fbpx
Radu: «Grazie Cremo, avevo bisogno di continuità»
Radu: «Grazie Cremo, avevo bisogno di continuità»

Andrei Radu in conferenza stampa: «Alvini è fantastico e ci aiuta tantissimo. Carnesecchi? C’è intesa, la concorrenza fa bene»

Grande protagonista in questo inizio di stagione con la Cremonese, Andrei Radu è il portiere che ha effettuato più parate in Serie A (38). Questa mattina l’estremo difensore grigiorosso ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni.


Hai ritrovato il feeling col campo? Ti era mancato o credi di averlo sempre avuto?
«Possiamo dire che l’ho sempre avuto, ma l’importante è avere continuità e stare in campo. Sono contento di aver ricominciato a giocare e ringrazio la Cremonese per questo»

Quando è stato importante trovare due risultati utili consecutivi?
«Molto importante per la fiducia della squadra, con i risultati cresce la fame di farne di più ed è stato essenziale. Ripartiamo dalla prestazione di Bergamo e sicuramente domenica sarà una bella partita, ce la giocheremo nel migliore dei modi»

Che rapporto hai con Chiriches? Quando gioca lui sembra che anche tu ti trovi meglio.
«Ovviamente averlo davanti è una certezza perché ha grandissima esperienza, nello spogliatoio è importante e ci sta dando una mano come Bianchetti, Ciofani e tutti quanti. Stiamo creando un gruppo fantastico, uno per tutti e tutti per uno»

Come ti trovi col gruppo dei portieri? Negli ultimi giorni è arrivato anche Carnesecchi.
«C’è una sana competizione per fare sempre meglio e siamo un bel gruppo, gli allenamenti sono sempre situazionali e mi piacciono tantissimo. La concorrenza ci sta sempre, in tutti gli ambiti. Con Marco ho parlato e c’è una buona intesa, tutti i portieri sono molto bravi e andiamo molto d’accordo in allenamento. Quando rientrerà ci sarà da lavorare ancora di più»

I fischi durante la gara ti disturbano o ti caricano?
«I fischi ti caricano sempre di più, ma non li sento tanto perché sono concentrato sulla gara e poi passano»

Il gruppo ha bisogno di tempo per conoscersi. Quanto sarà importante la sosta?
«Più tempo passiamo assieme e meglio è, alcuni andranno in Nazionale ma secondo me l’importante è stare assieme e facendo risultati il gruppo si unisce ancora di più»

Quanto conta per te riconquistare la Nazionale?
«Il mio obiettivo è raggiungerla e spero di farlo giocando bene qua»

Che tipo è mister Alvini?
«Ha un modo di fare particolare che a noi piace tantissimo, ogni tanto fa anche qualche battuta per sciogliere la tensione e questo ci aiuta tanto. Per lui è la prima volta in Serie A e questo ce lo trasmette, con lui bisogna essere sempre sul pezzo»

Il mister ha detto che avete parlato dopo Firenze
«Sì, mi ha dato la sua fiducia e lo apprezzo tantissimo. È la cosa più importante che un giocatore posso avere, è una persona eccezionale che seguiamo con grande attenzione»

Ultimamente la Cremo difende più bassa, così ti trovi meglio?
«Tatticamente ho poco da dire, faccio quello che dice il mister. Direi che ci sta»

La Cremo spesso si ritrova a dover affrontare gli 1 vs 1 in velocità. Come ci si deve comportare in quei casi?
«Un portiere deve avere coraggio, l’importante è parlare sempre con la difesa e comunicare tantissimo, altrimenti quando si perde il duello diventa difficile e ci stiamo riuscendo perché è fondamentale»


Fonte: dal nostro inviato al Centro Arvedi Lorenzo Coelli.
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte WWW.CUOREGRIGIOROSSO.COM

Lorenzo Coelli

Redattore e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche: