fbpx
Pres. Frosinone: «La B si fermi». Oggi una riunione
Pres. Frosinone: «La B si fermi». Oggi una riunione

Il Presidente del Frosinone Maurizio Stirpe ha chiesto a Balata di sospendere le prossime due giornate. Oggi ci sarà una conference call alle 16

«Dando seguito ai colloqui intercorsi la scorsa settimana e dopo aver valutato attentamente gli accadimenti delle ultime ore, sono a reiterare la richiesta di sospendere il nostro campionato almeno per le prossime due giornate». Inizia così la lettera inviata dal presidente del Frosinone Maurizio Stirpe al presidente della Lega B Mauro Balata. Il patron giallazzurro fa questa richiesta non solo per il forte aumento dei contagi degli ultimi giorni, ma anche per «rispetto verso i tifosi che hanno diritto a vivere l’evento sportivo nella sua pienezza e senza la mortificazione, a cui abbiamo assistito nello scorso fine settimana, della partita a porte chiuse». La proposta di Stirpe è quella di posticipare la 29° e 30° giornata, in programma nei prossimi due weekend, che sarebbero poi recuperate a fine maggio con lo spostamento di playoff e playout.

FUTURO – La lettera del presidente dei ciociari ha raccolto l’interesse delle altre società cadette. Oggi pomeriggio alle 16 si terrà infatti una conference call per decidere come agire. Nel frattempo, per quanto riguarda la Serie A, sia il ministro Spadafora che il ministro degli esteri Di Maio hanno dichiarato di voler fermare il campionato. La FIGC ha convocato per domani un Consiglio Federale straordinario, in modo da affrontare l’emergenza Covid-19. Non resta che attendere per capire se, e quando, si tornerà a giocare.

PAURA – A dimostrazione della confusione che regna nel mondo del calcio nelle ultime ore, ieri sera il Pescara è sceso in campo con le mascherine, finché il direttore di gara non ha chiesto espressamente ai giocatori di rimuoverle. «Abbiamo avuto 13 casi di influenza ma non ci hanno fatto fare i tamponi. Siamo arrivati a Benevento con le mascherine per dare anche un segnale e dire che il problema c’è e si sta forse anche sottovalutando» ha detto il tecnico degli abruzzesi Legrottaglie a fine partita. In casa Cosenza, invece, D’Orazio e Bruccini si sono rifiutati di partire per Verona in vista della sfida con il Chievo per tutelare le proprie famiglie.

Lorenzo Coelli

Redattore e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Serie B, ufficiale: Iachini esonerato dal Bari

Serie B, ufficiale: Iachini esonerato dal Bari

Serie B, storia di rimonte mai nate

Serie B, storia di rimonte mai nate