fbpx
Nuovo Dpcm: massimo mille spettatori negli stadi
Nuovo Dpcm: massimo mille spettatori negli stadi

Nella bozza del nuovo Dpcm necessario per contenere la diffusione del coronavirus le norme anche per gli stadi, ma regioni e province autonome possono intervenire

Nella bozza del nuovo Dpcm firmato nella tarda serata di ieri dal premier Giuseppe Conte e dal ministro della Salute Roberto Speranza, necessario per contenere la diffusione del coronavirus, si legge che i campionati professionistici e dilettantistici potranno proseguire. Parliamo di quei tornei che già rispettano protocolli emanati dalle rispettive federazioni idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio.

STADI E PALAZZETTI – Sulla presenza di tifosi negli stadi, cosa che ci riguarda da vicino, si dice che è consentita  «la presenza di pubblico, con una percentuale massima di riempimento del 15% rispetto alla capienza totale e comunque non oltre il numero massimo di 1.000 spettatori per manifestazioni sportive all’aperto e di 200 spettatori per manifestazioni sportive in luoghi chiusi, esclusivamente negli impianti sportivi nei quali sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione preventiva del posto a sedere, con adeguati volumi e ricambi d’aria, a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia frontalmente che lateralmente, con obbligo di misurazione della temperatura all’accesso e l’utilizzo della mascherina».

Come già avveniva in precedenza, le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire un diverso numero massimo di spettatori in base anche a dimensioni e caratteristiche degli impianti.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: