fbpx
Le pagelle – Finalmente Valzania! Castagnetti, palla in banca
Le pagelle – Finalmente Valzania! Castagnetti, palla in banca

Le pagelle di Cremonese-Pescara, terminata 1-0: basta una rete di Valzania a inizio gara, grigiorossi fuori dalla zona playout

RAVAGLIA, voto 6.5
Primo tempo praticamente inoperoso, si sporca le mani solo su una punizione centrale di Memushaj. Vola sulla conclusione di Clemenza a metà secondo tempo.

BIANCHETTI, voto 6.5
Sfrutta appieno la sua attitudine difensiva: manda in angolo il cross di Masciangelo, anticipa Clemenza con una chiusura precisa sul secondo palo. Nel secondo tempo in apnea è una certezza.

RAVANELLI, voto 6.5
Pare che abbia partecipato in incognito al videoclip dell’ultimo singolo di Gabbani: s’appiccica a Maniero e lo segue pure in bagno. Con buona pace per il distanziamento sociale.

TERRANOVA, voto 6.5
Una piccola sbavatura quando viene saltato da Zappa nel primo tempo. Nella ripresa prova la chiusura su Galano che ha un altro passo, ma il buco non l’aveva creato lui. Per il resto disputa la solita partita solida e matura, respinge tutto quello che arriva in area.

ZORTEA, voto 7
Dirompente sulla sinistra, quando parte ne servono tre per contenerlo. Mostra segnali di miglioramento anche in fase difensiva, da menzionare il salvataggio a fine primo tempo su Galano. Forse rischia un po’ troppo quando tenta il dribbling nella metà campo grigiorossa.

VALZANIA, voto 7
Finalmente Luca! Dopo ∞ tentativi in stagione si sblocca con il suo marchio di fabbrica, un missile dalla distanza. Conferma di essere in forma strepitosa, corre per quattro. Mezzo voto in meno per la (gratuita) entrata da cartellino “arancione” a metà primo tempo.

CASTAGNETTI, voto 7.5
Cosa fa la testa (cit. Magrini). Casta è un giocatore trasformato: gode della fiducia dell’allenatore e gioca libero di mente. Usa il mancino senza freni, fondamentale anche dal punto di vista tattico: blocca tutte le linee di passaggio verso Galano, tanto che Legrottaglie è costretto a spostarlo in fascia per fargli ricevere palla.

GUSTAFAON, voto 6
Si applica con disciplina a fare quello che gli chiede Bisoli, inserendosi senza palla e uscendo sull’uomo. Però ha altre caratteristiche, il passo non è quello della mezzala e a volte fatica a rientrare in posizione.

CELAR, voto 6
Si merita la conferma dopo la splendida doppietta di Salerno. Contro il Pescara alterna buone giocate a qualche errore. Forse nemmeno lui conosce ancora bene tutte le sue qualità: a volte si appoggia troppo, dovrebbe puntare di più l’avversario.

CIOFANI, voto 6
La fase conclusiva è sempre il punto dolente delle sue partite. Complice il vantaggio immediato della Cremo, si trova – come spesso succede – a giocare in contropiede contro più avversari. Stavolta però si guadagna la pagnotta: difende bene la palla, si prende falli spalle alla porta, manda in porta Bianchetti con una gran sponda di testa.

PARIGINI, voto 5.5
Nonostante il riposo contro la Salernitana conferma il calo di forma. Non gli riescono le sue solite giocate, nell’unico spunto degno impegna Fiorillo con un tiro sul primo palo. Però si applica in fascia e rientra ad aiutare in difesa, dimostrando dedizione alla causa.

 

Sono entrati:

PALOMBI, voto 5.5
Dovrebbe essere la sua partita, con la Cremo in vantaggio e lui libero di colpire in contropiede. Invece entra così così: lento sulle seconde palle, non aiuta abbastanza in fase difensiva, riesce a ripartire solo in un paio di circostanze.

KINGSLEY, voto 6
La differenza con Valzania si sente, il ragazzo è rapido ma ha meno fisico. Aiuta comunque la squadra nel finale in totale sofferenza.

CRESCENZI, voto 6
Entra per dare freschezza sulla sinistra. Lascia il buco all’inizio con una discesa evitabile (visto che la Cremo è sopra) e quasi Galano segna: Bisoli lo richiama all’ordine e da qual momento non passa più la linea di centrocampo.

CERAVOLO, voto 5.5
Dà il cambio a Ciofani là davanti, in debito d’ossigeno. Si guadagna un paio di falli intelligenti per far rifiatare la squadra. In un paio di circostanze però potrebbe fare meglio: un tiro a giro dal limite, un ghiotto contropiede in cui viene rimontato con troppa facilità.

MOGOS, sv.

 

L’allenatore:

BISOLI, voto 6.5
Imparare dai propri errori: fatto. Fosse per lui si porterebbe Valzania pure in luna di miele, ma dopo l’espulsione di Arini contro la Salernitana non rischia e toglie il centrocampista – tra i migliori – perché già ammonito. La squadra soffre a lungo il Pescara ma lotta e resta unita, portando a casa una vittoria fondamentale in chiave salvezza.

Nicola Guarneri
Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche:

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole