fbpx
La Cremo e l’ansia da ultima giornata
La Cremo e l’ansia da ultima giornata

La Cremonese non riesce mai a vincere l’ultima partita dal famoso 3-2 contro la Racing Roma, ma lì eravamo ancora in C

Ancora una volta, la Cremonese ha chiuso l’anno con una sconfitta. Da che i grigiorossi sono tornati in Serie B, l’ultima giornata ha sempre rappresentato un po’ una sorta di passerella per chi ha concluso la stagione e portato la nave in porto e che ora non ha più particolari stimoli. Colpa forse dei campionati anonimi sin qui disputati. Eccezion fatta per l’anno 2018/2019, quello targato Mandorlini Rastelli, quando la trasferta di Perugia poteva rappresentare il tanto desiderato accesso ai play-off.

MAI UNA VITTORIA – Quella giornata arrivò un sconfitta per 3-1, risultato che è diventato un po’ una sorta di prassi negli anni. L’anno prima, infatti, dopo essersi salvati contro il Venezia, la squadra di Mandorlini perse contro il Cesena di Castori per 1-0. L’unica volta in cui si è fatto risultato è stata la passata stagione, in casa contro il Pordenone, fermato da Bisoli sul punteggio di 2-2.

L’ULTIMA NEL SEGNO DI SCARSELLA – Di fatto, l’ultima volta che i grigiorossi hanno colto i 3 punti all’ultimo è stato nella celebre vittoria contro la Racing Roma che è valsa la promozione in B. Una giornata in cui appunto gli stimoli erano tanti.

Nicolò Casali
Nicolò Casali

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, chi è Simone Giacchetta

Cremo, chi è Simone Giacchetta