fbpx
Fratello Fagioli: «In estate lo voleva la Cremonese»
Fratello Fagioli: «In estate lo voleva la Cremonese»

Il fratello di Nicolò Fagioli conferma l’interesse della Cremonese in estate: «Si erano fatte sotto la Samp e i grigiorossi»

Nicolò Fagioli e la Cremonese, un ritorno che non si è concretizzato. Dopo la stagione da protagonista in grigiorosso e in Serie B, il centrocampista classe 2001 interessava ancora alla società di Via Postumia, ma alla fine è rimasto alla Juventus. A confermarlo è anche il fratello Alessandro, intervistato da TuttoSport: «La permanenza è stata una scelta condivisa con la società. Negli ultimi giorni si erano fatte sotto Cremonese e Sampdoria, ma alla fine Nicolò è rimasto. E tutte le parti hanno concordato questa mossa: il club, il mister e lui stesso». Non era un segreto che la Cremo l’avrebbe ripreso volentieri (ne hanno parlato a più riprese sia il ds Giacchetta che Ariedo Braida), ma alla fine i bianconeri hanno deciso di tenerlo. E il 20enne sta trovando sempre più spazio.

RETROSCENA – Il fratello di Fagioli svela un altro retroscena di mercato sul centrocampista, questa volta risalente al 2015, anno in cui insieme al portiere Barosi (ora alla Juve Stabia) e il difensore Capellini (in forza al Benevento) si trasferì dalla Cremonese alla Juventus: «Quando era nelle giovanili della Cremonese ha detto no al Manchester United: non si sentiva pronto per lasciare l’Italia. E per la Juve ha preferito declinare l’interesse dell’Inter, del Milan e dell’Atalanta».

Redazione

Potrebbe interessarti anche: