fbpx
Di Carmine, il gol e quella “tribuna che non c’è”!
Di Carmine, il gol e quella “tribuna che non c’è”!

Di Carmine ha messo le mani alle orecchie dopo il gol segnato ad Ascoli: a chi si rivolgeva? Alla tribuna… inesistente!

Un gol semplice, ma pur sempre un gol. Samuel Di Carmine, al Del Duca di Ascoli, non fa in tempo nemmeno ad entrare in campo che segna il gol del momentaneo 3-1 a favore della Cremonese. È il suo secondo gol con la maglia grigiorossa e significa tantissimo, essendo state le ultime settimane abbastanza complicate (un mese senza la titolarità, gli audio post Alessandria, la multa, eccetera). L’attaccante ha esultato portandosi le mani alle orecchie, come se volesse stuzzicare qualcuno. In realtà, era per una tribuna… che non esiste!

LO SCHERZO – Siamo venuti a conoscenza dei motivi di tale esultanza: in pratica, come altre volte è stato fatto in passato da altri calciatori, ha volutamente rivolgersi ironicamente ad una tribuna inesistente, senza spalti né spettatori (come, ad esempio, a Cittadella). Il centravanti aveva scherzato poco prima con i compagni su questa cosa, cioè che in caso di gol si sarebbe rivolto verso quello spicchio del Del Duca. E così è stato!

Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Cremonese, ipotesi Dimaro per il ritiro estivo

Cremonese, ipotesi Dimaro per il ritiro estivo