fbpx
Cremonese, vincere a Como anche per gli eventuali playoff: date e regolamento
Cremonese, vincere a Como anche per gli eventuali playoff: date e regolamento

I tre punti a Como sarebbero fondamentali per la Cremonese anche se dovesse affrontare gli spareggi di fine stagione

Vincere a Como non dà alla Cremonese l’aritmetica promozione in Serie A perché bisogna guardare cosa accade sui campi di Lecce e Perugia, ma i tre punti al Sinigaglia, nel peggiore dei casi, per i grigiorossi vorrebbero dire terzo posto finale per quanto riguarda la stagione regolare di Serie B. Sarebbe comunque un ottimo risultato, dobbiamo essere fieri che questa squadra si stia giocando la promozione diretta negli ultimi 90 minuti.

VANTAGGI – Il terzo posto significherebbe accedere ai playoff dalla porta principale e sarebbe un vantaggio non indifferente: la Cremonese entrerebbe in gioco in semifinale, con andata martedì 17 maggio in trasferta contro la vincente tra la sesta e la settima classificata della regular season. Non solo la possibilità di giocare il ritorno in casa (sabato 21 maggio), ma anche la certezza di ricaricare le pile per una decina di giorni dalla partita di Como. Non sarà così per le squadre che finiranno il campionato dalla quinta all’ottava posizione. Cambierebbe poco arrivare quarti a livello di calendario (mercoledì 18 maggio, domenica 22 maggio).

RISCHI – Non fare risultato a Como venerdì sera per la Cremonese potrebbe voler dire scalare nella classifica finale fino al sesto posto, cosa che complicherebbe non poco la situazione in vista degli spareggi. Infatti, in caso di sconfitta in riva al lago e di vittoria da parte di Brescia, Pisa e Benevento (contro Reggina, Frosinone e Spal) i grigiorossi sarebbero sesti poiché con il Pisa gli scontri diretti sono a sfavore e con le altre due la Cremo ha una peggiore differenza reti. Ad ogni modo chiudere tra il quinto e il sesto posto vorrebbe dire affrontare il turno preliminare dei playoff, in gara secca, in casa della migliore classificata (ossia la Cremonese, dovendo scontrarsi con la settima o l’ottava). Le date sono venerdì 13 maggio (in caso di sesto posto) e sabato 14 maggio (per il quinto).

REGOLAMENTO – Per i preliminari in gara secca, in caso di parità al termine dei 90′ sono previsti i supplementari, e se dopo 120′ non cambiasse nulla passerebbe la miglior classificata durante la stagione regolare. Niente rigori, così come per semifinali e finali, ma ci sono altre differenze: in caso di parità dopo i 180′ non ci saranno nemmeno i supplementari, ma si terrà conto della differenza reti nelle due partite (non valgono i gol in trasferta). In caso di ulteriore parità si qualifica (o viene promossa in A, se parliamo della finale di ritorno) la squadra meglio posizionata in classifica. Nel caso in cui le due squadre avessero terminato il campionato con gli stessi punti e fossero in parità come differenza reti al termine delle due gare, previsti supplementari e calci di rigore.

In conclusione, anche se appare piuttosto scontato, per gli eventuali playoff meglio che la Cremonese arrivi ai playoff da terza o quarta in classifica. Per la condizione psicofisica attuale, i ragazzi hanno bisogno di un attimo di tempo per resettare e pensare alle nuove sfide. Sarebbero in quel caso al massimo quattro: andata e ritorno delle semifinali, stessa cosa per la finale. Lo Zini è un fattore ed è importante poterlo sfruttare pienamente.

Redazione

Potrebbe interessarti anche: