fbpx
Cremonese, il rendimento del calciomercato estivo: più flop che top
Cremonese, il rendimento del calciomercato estivo: più flop che top

Il primo bilancio sul calciomercato della Cremonese: i grigiorossi pagano le troppe novità e qualche difficoltà inaspettata

Oltre 20 giocatori tra vecchie conoscenze e volti nuovi: la sessione estiva di calciomercato è stata particolarmente impegnativa per la Cremonese, che ha rivoluzionato la rosa in seguito alla promozione in Serie A. Alle porte della sosta per i Mondiali è giusto tracciare un primo bilancio del rendimento che i nuovi acquisti hanno avuto in queste quindici giornate di campionato. Perché se finora i risultati non sono arrivati, non può essere solo colpa di Massimiliano Alvini.

DELUSIONI – È chiaro che la delusione più grande sin qui è Cyriel Dessers: il classe ’94 non è ancora riuscito a calarsi nella parte di “bomber” da salvezza e ha clamorosamente chiuso il 2022 con più gol segnati al Genk nelle prime tre giornate di campionato belga (3) che nelle successive quattordici con la Cremo (2). Sta deludendo, stavolta per motivi fisici, l’acquisto di Chiriches: il romeno doveva essere il pilastro della difesa, ma l’infortunio rimediato la Lazio gli ha fatto saltare lo stesso numero di gare perse nelle ultime due stagioni con il Sassuolo (10). Discorso simile per Hendry, che causa infortunio ci ha messo due mesi per entrare regolarmente nelle rotazioni di Alvini. Ci si aspettava altro anche da Meité: le sue leggerezze hanno spesso fatto passare ai grigiorossi qualche rischio di troppo.

RIMANDATI – Rendimento incostante per parecchi elementi della rosa: Ghiglione e Vasquez, arrivati dal Genoa, hanno perso il posto con il passare delle giornate. Escalante ha trovato molto spazio a centrocampo, ma lo ha fatto alternando prestazioni importanti (come contro il Milan) ad altre decisamente insufficenti. Pickel e Ascacibar erano i primi obiettivi per la mediana, ma soprattutto il secondo non è ancora riuscito a mostrare tutto il suo potenziale. Che dire di Radu? Al di là dell’errore di Firenze, prima di infortunarsi ha salvato di tutto e di più. Sicuramente l’ombra di Carnesecchi non l’ha aiutato a ritrovare la serenità persa dopo quel Bologna-Inter dello scorso aprile.

SCOMMESSE – Nella campagna di calciomercato estiva la Cremonese ha deciso di puntare su tanti giovani, anche all’esordio nel massimo campionato: i più sollecitati sono Aiwu (2000) e Lochoshvili (1998), che nonostante alcune disattenzioni fatali hanno ciò che serve per diventare difensori da Serie A. Difficile giudicare l’operazione più importante dell’estate, Afena-Gyan (2003): titolare solo in due occasioni, in questo momento sembra più un investimento futuro che altro. Stanno trovando poco spazio Tsadjout (1999) e soprattutto Milanese (2002), che sin qui ha giocato solo 10′ in A.

SORPRESE – Nonostante tutto, il lavoro di scouting del ds Giacchetta e del suo staff ha permesso alla Cremonese di trovare giocatori sicuramente futuribili, che già adesso stanno mostrando un rendimento interessante. Ad esempio Quagliata, che ha dimostrato di poter tranquillamente vestire i panni di Valeri ed è stabilmente convocato dall’Italia U21. Okereke non è una sorpresa, ma una conferma: l’attuale capocannoniere dei grigiorossi è anche il giocatore con più minuti giocati. L’acquisto (anche se non nuovo) col rendimento migliore è indubbiamente Sernicola, che anche in Serie A si sta rivelando un esterno in grado di abbinare atleticità, duttilità e qualità.


Ecco il rendimento degli acquisti di calciomercato estivi della Cremonese in Serie A:

  • Andrei Radu: 9 partite, 19 gol subiti e 1 clean sheet
  • Marco Carnesecchi: 6 partite, 7 gol subiti e 2 clean sheet
  • Johan Vasquez: 7 presenze
  • Jack Hendry: 2 presenze
  • Maissa Ndiaye: 0 presenze
  • Emanuel Aiwu: 13 presenze
  • Giacomo Quagliata: 12 presenze
  • Paolo Ghiglione: 5 presenze
  • Vlad Chiriches: 6 presenze
  • Leonardo Sernicola: 12 presenze, 1 gol e 1 assist
  • Luka Lochohsvili: 13 presenze, 1 assist
  • Santiago Ascacibar: 12 presenze
  • Soualiho Meité: 10 presenze
  • Charles Pickel: 14 presenze, 1 gol
  • Gonzalo Escalante: 9 presenze
  • Tommaso Milanese: 1 presenza
  • Cyriel Dessers: 13 presenze, 2 gol e 1 assist
  • David Okereke: 15 presenze, 3 gol e 1 assist
  • Luca Zanimacchia: 12 presenze
  • Frank Tsadjout: 3 presenze
  • Felix Afena-Gyan: 7 presenze
Redazione

Potrebbe interessarti anche: