fbpx
Cremo, Giacchetta: «Col Lecce sfida importante, non decisiva»
Cremo, Giacchetta: «Col Lecce sfida importante, non decisiva»

Il ds Giacchetta in vista di Lecce-Cremonese: «Non so se possa essere il primo bivio della stagione. I nazionali? Bello, ma penalizzante» 

Dopo la sconfitta casalinga subita con la Lazio, la Cremonese è chiamata a riscattarsi nello scontro diretto contro il Lecce di questa domenica. Mister Alvini, al lavoro da martedì, potrà contare solo a partire da oggi sull’intero gruppo, visto che gli ultimi nazionali sono appena rientrati. Un argomento trattato anche dal ds grigiorosso Simone Giacchetta ai microfoni in un’intervista ai colleghi de La Provincia: «Avere dei giocatori in nazionale è bello, ma in verità ci penalizza. Il Lecce non ha avuto giocatori impegnati con le nazionali, ne doveva avere uno (Banda) che si è fatto male prima della partenza ma ora è recuperato. Oggi i nostri giocatori dovrebbero essere tutti a Cremona. Poi ci sarà un giorno di scarico e uno per preparare il match».

SPARTIACQUE? – Lecce e Cremonese sono separate da quattro punti, ma un risultato negativo complicherebbe la classifica dei grigiorossi, a quota due punti dopo sette partite impegnative. «La partita con il Lecce non è decisiva, ma importante. Tutte le gare sono importanti e tutte possono portare punti salvezza. Non so se possa essere il primo bivio della stagione, ma credo che comunque vada non cambi i nostri programmi e il nostro progetto. È contro le dirette rivali che serve essere perfettamente sul pezzo, giocare con le grandi ti toglie pressione» spiega Giacchetta. Sarà fondamentale resettare il pesante 4-0 con la Lazio: «Per smaltire le scorie mentali sarebbe servito stare più tempo insieme e ragionare meglio sugli errori commessi»

Matteo Belgiovane

Potrebbe interessarti anche: