fbpx
Cremo, chi è Emanuel Aiwu
Cremo, chi è Emanuel Aiwu

Oltre 100 presenze nella Serie A austriaca, ha giocato anche in Europa e Conference League: ecco Aiwu, nuovo difensore della Cremonese

Un giovane talento per rinforzare la difesa della Cremonese. Emanuel Aiwu è ufficialmente un difensore grigiorosso: il 21enne austriaco è arrivato a titolo definitivo dal Rapid Vienna. Scopriamo di più su di lui attraverso la nostra scheda di presentazione.

STORIA – Emanuel Aiwu nasce a Innsbruck (Austria) il 25 dicembre del 2000, ma possiede anche il passaporto nigeriano (paese di origine dei genitori). Cresce nel settore giovanile dell’Admira Wacker e proprio con la formazione rossonera esordisce nella Serie A austriaca a soli 18 anni, il 5 maggio 2018. Con la prima squadra raccoglie 87 presenze, 5 gol e 1 assist in tre stagioni tra campionato e coppa, giocando anche una partita di qualificazione per l’Europa League. La scorsa estate il Rapid Vienna lo acquista a titolo definitivo per 600mila Euro e lui gioca 35 partite (con 2 gol e 2 assist), contribuendo al quinto posto finale.

EUROPA – Vanta anche una discreta esperienza internazionale con 6 presenze in Europa League e 2 in Conference League. In questa stagione ha giocato 2 gare di qualificazione alla Conference contro il Lechia Gdansk, contribuendo al passaggio del turno. Da diversi anni è nel giro delle nazionali giovanili austriache e attualmente milita nella U21 con cui ha esordito nel 2019 (13 presenze e 2 gol sin qui).

RUOLO – Aiwu è un difensore centrale di piede destro alto circa 1.85 m. Il suo ruolo principale è quello di braccetto destro nella difesa a tre, che ha ricoperto sia con le squadre di club che in nazionale. Nella scorsa stagione ha dimostrato di poter essere impiegato anche come difensore centrale, terzino destro in una linea a quattro o addirittura davanti alla difesa nel 4-2-3-1 o 4-3-3 utilizzato dall’Austria U21. Dotato di grande velocità, può sicuramente migliorare in fase di impostazione. Troverà sicuramente spazio nella difesa a tre di mister Alvini nel corso del campionato.

Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: