fbpx
Cremo, a Rovereto il Cittadella passa 3-1. Prima rete per Montalto
Cremo, a Rovereto il Cittadella passa 3-1. Prima rete per Montalto

Squadra rivoltata come un calzino per mister Mandorlini, che dal primo minuto sceglie quasi tutti i giocatori che contro il Cagliari sono entrati nel corso della ripresa: Volpe tra i pali, il recuperato Kresic in mezzo insieme a Marconi, Renzetti a sinistra e il giovanissimo Missaglia a destra; in mezzo Castagnetti confermato davanti alla difesa, ai suoi lati Arini e Picchi, mentre in attacco capitan Brighenti centrale supportato da Castrovilli, già fra i primi undici giovedì come Marconi e Castagnetti, e l’olandese Boultam. Poco da segnalare fino al 20′, se non qualche discesa del talento barese classe ’97, quando l’ex Alessandria Branca da lontano per poco non sorprende Volpe. Momento buono per i veneti di Venturato, che sviluppano due azioni pericolose prima con Strizzolo su assist dell’ex Scappini poi con un colpo di testa alto di Proia. Reazione grigiorossa affidata alle giocate del solito Castrovilli: iniziativa personale sulla fascia, traversone per il capitano che da pochi passi s’inceppa, poi una punizione a giro fuori di poco. Brividi nel finale con una rete di Proia annullata per un discutibile fallo dello stesso centrocampista su Marconi. Si chiude a reti inviolate la prima frazione di gioco.

Decisamente più movimentato il secondo tempo, che addirittura regala quattro gol. La Cremo riparte con soli due cambi: Strefezza e Mogos al posto di Castrovilli e Missaglia, il brasiliano con qualche sgroppata dalla sua parte dà fastidio al Cittadella ma non riesce a concretizzare le occasioni. Al 60′ sblocca il match Schenetti sugli sviluppi di un contropiede letale, dove la retroguardia grigiorossa non è stata in grado di sventare la minaccia nonostante un salvataggio sulla linea; entrano Ravaglia, Greco, Croce, Carretta, Montalto e Claiton ma la squadra di Venturato raddoppia subito, stavolta con Arrighini, appena effettuato l’ingresso in campo al posto di Scappini. La reazione grigiorossa avviene con un lancio pregevole di Croce per Carretta, che velocissimo sfugge ai marcatori, con un cross scavalca Paleari e per Montalto è semplice accorciare le distanze con un tocco sotto misura: 2-1. È un buon momento per i ragazzi di Mandorlini, che si avvicinano al pari in rimonta come contro il Pisa con Strefezza e Carretta, ma il lumino di speranza si spegne quando Strizzolo in girata strappa applausi e fa il tris. Oltre a una conclusione da lontano di Mogos, la partita non regala più emozioni e si conclude sul 3-1 per il Cittadella, formazione che ovviamente giocherà nella prossima Serie BKT assieme ai grigiorossi.

Cremo apparsa appesantita dai carichi di lavoro settimanali, ora però il ritiro si è concluso e i ragazzi stasera torneranno sotto l’ombra del Torrazzo. Domani giornata di riposo, si riprende lunedì in vista del primo match ufficiale in programma domenica 5 agosto allo Stadio Zini in TIM Cup contro la vincente tra Pisa e Triestina (in campo domani, domenica 29 luglio).

CITTADELLA-CREMONESE 1-3 (60′ Schenetti, 62′ Arrighini, 70′ Montalto, 78′ Strizzolo)

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli (84′ Pezzi), Adorni, Drudi, Benedetti (75′ Rizzo); Proia (71′ Siega), Pasa (84′ Iori), Branca (68′ Maniero); Schenetti; Strizzolo (79′ Panico), Scappini (61′ Arrighini).
A disp.: Maniero, Frare, Camigliano, Dalla Bernardina, Settembrini, Rosteghin.
All.: Venturato

CREMONESE (4-3-3): Volpe (61′ Ravaglia); Missaglia (45′ Mogos), Kresic, Marconi (61′ Claiton), Renzetti; Arini, Castagnetti (61′ Greco), Picchi (61′ Croce); Boultam (81′ Carretta), Brighenti (61′ Montalto), Castrovilli (45′ Strefezza).
A disp.: Radaelli, Hoxha, Forni, Amadio.
All.: Mandorlini

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, chi è Filippo Nardi

Cremo, chi è Filippo Nardi