fbpx
Come riparte solitamente la Cremo dopo la sosta?
Come riparte solitamente la Cremo dopo la sosta?

Dal ritorno della Cremo in Serie B, nove soste totali fino a questo momento: al rientro, bilancio in perfetto equilibrio (3-3-3)

Da quando la Cremonese è tornata in Serie B, ossia dalla stagione 2017-18, in totale ha “sostato” in nove occasioni, fra turni di riposo, finestre dedicate alle Nazionali e pausa invernale. Succede spesso di osservare il rendimento di una squadra al ritorno da un paio di settimane senza partite, specialmente in Serie A, dove tante rose perdono giocatori poiché impegnati con la propria Nazionale, dovendo magari compiere voli internazionali di lunga durata. Non è il caso dei grigiorossi, avendo perso il solo Mogos in questi periodi specifici, ma resta comunque interessante capire qual è il rendimento al rientro da una delle varie soste.

PRIMA STAGIONE – Per quanto riguarda la stagione 2017-18, quella con in panchina Tesser prima e Mandorlini poi, non ci sono state soste dedicate alle Nazionali: la Serie B era ancora composta da 22 squadre, per questo non si fermava insieme alla Serie A. I grigiorossi erano soliti perdere solamente Ujkani in tali circostanze, dovendo rispondere alla convocazione del Kosovo, selezione di cui era capitano. Contiamo quindi una sola sosta, quella invernale, dal 28 dicembre 2017 al 20 gennaio 2018: i grigiorossi tornarono dalle tre settimane di stop con il successo di misura sul Parma, una delle più belle vittorie degli ultimi anni (Cremo al terzo posto in classifica).

SECONDA STAGIONE – Con il campionato ridotto sciaguratamente a 19 squadre, la Serie B si è fermata insieme alla Serie A per le Nazionali e, per forza di cose, ogni formazione ha osservato inoltre due turni di riposo in solitaria (uno per girone). Il calendario è stato sfortunato per la Cremo, che è stata ferma tre settimane dal 6 al 27 ottobre 2018: una settimana per le Nazionali, l’altra immediatamente successiva per il turno di riposo. Al rientro, grigiorossi di Mandorlini k.o. a Benevento 2-1. Altra sosta per le Nazionali a novembre (dal 10 al 25) con la Cremo nuovamente sconfitta in trasferta, questa volta a Lecce, per 2-0. Pareggio a Pescara per 0-0 dopo la pausa invernale, altri due stop successivamente: giornata di riposo con ritorno il 10 marzo (vittoria col Benevento 1-0), pausa Nazionali poco dopo con ritorno in campo allo Zini (col Verona fu 1-1).

STAGIONE IN CORSO – Per quanto riguarda la Cremonese attuale, con Rastelli e Baroni che si sono succeduti in panchina, abbiamo assistito a due soste, entrambe per le Nazionali (questa che stiamo attraversando ora è la terza): dapprima, a metà settembre, i grigiorossi tornarono in campo a Pisa, cadendo miseramente 4-1. A ottobre, invece, dopo il k.o. interno col Cittadella, la pausa fu molto travagliata, avendo la società optato per il cambio di allenatore. Alla prima di Baroni, il 20 ottobre, la Cremo pareggiò a Empoli 1-1 in rimonta.

Il bilancio, se avete fatto caso, è in perfetto equilibrio: 3 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. Quale Cremonese, quindi, vedremo a Pescara? Se sarà quella vista con la Salernitana, ci sono buone possibilità per disputare una prestazione importante.


1) 28 dicembre 2017 – 20 gennaio 2018: Cremonese-Parma 2-0 (sosta invernale, tre settimane)

2) 31 agosto 2018 – 15 settembre 2018: Cremonese-Spezia 2-0

3) 6 ottobre 2018 – 27 ottobre 2018: Benevento-Cremonese 2-1 (tre settimane, una per il turno di riposo)

4) 10 novembre 2018 – 25 novembre 2018: Lecce-Cremonese 2-0

5) 30 dicembre 2018 – 20 gennaio 2019: Pescara-Cremonese 0-0 (sosta invernale, tre settimane)

6) 26 febbraio 2019 – 10 marzo 2019: Cremonese-Benevento 1-0 (per il turno di riposo)

7) 17 marzo 2019 – 29 marzo 2019: Cremonese-Hellas Verona 1-1

8) 31 agosto 2019 – 15 settembre 2019: Pisa-Cremonese 4-1

9) 6 ottobre 2019 – 20 ottobre 2019: Empoli-Cremonese 1-1

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: