fbpx
Cittadella, i playoff restano alla portata
Cittadella, i playoff restano alla portata

Vi presentiamo il Cittadella, prossima avversaria della Cremonese nella 34esima giornata di Serie B. I veneti vogliono riacciuffare il treno play-off

Se mettiamo su una bilancia il monte ingaggi più basso di tutta la categoria e i continui risultati ottenuti, quello del Cittadella potrebbe essere definito alla stregua un vero e proprio miracolo. Oramai consolidato, visto che i veneti sono reduci da due sesti posti consecutivi e una semifinale play-off persa contro il Frosinone.

A MEMORIA – Merito di questo risultato è non solo la società – capace di pescare giocatori funzionali al mantenimento della categoria anche da categorie inferiori – ma anche il tecnico Roberto Venturato e il suo collaudato 4-3-1-2 che oramai i suoi ragazzi interpretano a menadito, grazie soprattutto alla sapiente regia del sempreverde Iori e alla fantasia dell’italo-brasiliano Schenetti. Si tratta di una squadra quadrata che non segna moltissimi gol (41 finora) ma non ne prende neanche tanti (31).

GENNAIO – Nel mercato invernale la società ha preferito, giustamente, dare continuità al progetto. Ma nel cambio in attacco tra Strizzolo (passato alla Cremonese) e Moncini (arrivato dalla Spal) ha fatto “bingo”, trovando nella punta ex Cesena una vera e propria gallina dalle uova d’oro. Sono dieci i centri messi a segno in dodici presenze, numeri che fanno di lui il bomber della squadra dopo neanche tre mesi. Paradossalmente, però, da allora i granata sembrano aver un po’ tirato i remi in barca, alternando risultati ottimi (come le tre vittorie consecutive contro Lecce, Brescia e Pescara) prestazioni così così (vedi i successivi tre pareggi con Foggia, Padova e Venezia). L’unico periodo in cui si è avuta una parvenza di crisi è stato tra fine dicembre e inizio febbraio quando ne persero cinque su sette. Ora la classifica li vede al nono posto con 45 punti assieme al Perugia, ma è chiaro che il loro obiettivo primario è la salvezza. Forse è per questo che hanno perso progressivamente posizioni.

All’andata finì con uno 0-0 “maschio”, dove il migliore grigiorosso è risultato essere, manco a dirlo, Arini. Uno che in queste situazioni ci sguazza.

Nicolò Casali
Nicolò Casali

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, i precedenti con l’Hellas Verona

Cremo, i precedenti con l’Hellas Verona

Perugia-Cremonese, i convocati di Nesta

Perugia-Cremonese, i convocati di Nesta