fbpx
Casasola: «Cremo, si può fare qualcosa di importante»
Casasola: «Cremo, si può fare qualcosa di importante»

Tiago Casasola si presenta alla Cremonese: «Arrivo con tanta voglia in una squadra forte. Vogliamo fare un campionato importante»

In attesa di tornare in campo contro il Monza domenica prossima, in casa Cremonese è stato presentato il secondo colpo della campagna acquisti invernale, Tiago Casasola. Ad introdurre l’esperto terzino è stato il ds grigiorosso Simone Giacchetta (clicca QUI per leggere le sue dichiarazioni sul mercato): «Tiago è un ragazzo che abbiamo voluto con insistenza in questa parentesi di mercato per dare a questo gruppo, di alta qualità e fatto da ragazzi moralmente importanti un altro sostegno con un giocatore e ragazzo importante. Vanta un curriculum importante e completa un po’ le esigenze tecniche che si erano manifestate in quest’ultimo periodo. Aveva altre opportunità e il fatto che abbia scelto la Cremo è un attestato di grande stima che ha nei nostri confronti. Ci aspetta un percorso difficile perché vogliamo rimanere a questi livelli il più a lungo possibile, gli faccio un grande in bocca al lupo».

CARICO – L’esterno argentino prende la parola e si presenta: «Voglio ringraziare la proprietà, il direttore e il mister per la fiducia che hanno in me. Avevo altre proposte, ma quando è arrivata la Cremonese ho detto “Senti, lascia stare le altre e spingiamo per venire qua”. Col direttore abbiamo chiuso l’operazione in pochi giorni, questo dimostra che la Cremo ha fiducia in me e la mia voglia di venire qua. Conosco l’allenatore e penso che sia importante per la categoria, penso che il gruppo abbia tanta voglia di rifarsi e ci sono i presupposti per fare qualcosa di importante». Sul suo ruolo in campo spiega: «Io posso giocare terzino sia a destra che a sinistra e in alcuni casi anche fare il centrale, pur di giocare faccio anche il portiere. Il mio ruolo preferito è comunque quello di terzino, a prescindere dal lato. Anche il gioco della Cremo ha influito sulla mia scelta, credo sia uno dei migliori della categoria».

IL GRUPPO – Casasola è reduce da anni in cui è passato dai playout alla Serie A con la Salernitana, passando dalla miracolosa salvezza con il Cosenza: «Dopo un campionato difficile con la salvezza raggiunta ai playout abbiamo raggiunto la promozione. Questo vuol dire che il gruppo si costruisce nella sofferenza prima di fare cose importanti. La Cremo viene da qualche campionato sotto le aspettative e ora finalmente sta riuscendo a fare qualcosa di importante. Sono arrivato con voglia di dare una mano, speriamo di continuare così perché stiamo facendo un campionato importante. In Serie B però tutte le partite sono importanti, basta poco per salire o scendere». Due vecchie conoscenze che ha ritrovato sono Baez e Gondo, con cui ha giocato a Cosenza e Salerno: «La Cremonese è una delle poche squadre che vanta due titolari per ruolo, aspetto fondamentale in un campionato come il nostro. Ritrovarli è una gioia, penso che Gondo sia un giocatore che in B fa la differenza, è forte e veloce. Qualche giorno fa ci siamo detti che quando assaggi il sapore della vittoria non puoi più farne a meno. Abbiamo tanta voglia di ripeterci e speriamo di fare qualcosa di importante».

PER LA CREMO – Casasola è arrivato in prestito dalla Lazio, ma in futuro si vede ancora grigiorosso: «Ho deciso di mettere davanti la Cremonese a Tiago. Il primo obiettivo è fare un campionato importante, poi avremo tempo insieme alla società di tirare le somme. Sicuramente sarebbe bello per me perché qui ho trovato un gruppo fantastico anche a livello umano oltre che tecnico. Per me rimanere qui per tanto tempo sarebbe un sogno». In questi primi mesi a Frosinone non è riuscito a lasciare il segno: «Non ci voglio pensare, ora sono qui e sono felice. L’importante è fare un campionato di livello e arrivare più in alto possibile, bisognerà restare aggrappati al gruppone delle prime in queste prossime settimane, quando ci aspettano tante partite difficili. Poi nell’ultima parte di campionato ci giocheremo le nostre carte».


Fonte: dal nostro inviato al Centro Arvedi Lorenzo Coelli.
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte WWW.CUOREGRIGIOROSSO.COM

Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: