fbpx
Auguri a Zmuda, il polacco della Cremo
Auguri a Zmuda, il polacco della Cremo

Compie oggi 65 anni Władysław  Żmuda, primo polacco a giocare in Italia (insieme a Boniek) e difensore della Cremonese dall’84 all’87

C’è stato un tempo in cui il calcio italiano era il migliore del mondo e i campioni venivano a giocare nel nostro paese. Così nel 1984 Władysław Żmuda approda a Cremona, forte del suo palmares che comprende un argento alle Olimpiadi e due bronzi ai Mondiali. Oggi compie 65 anni e vogliamo fargli tanti auguri!

PRIMA FASE – La Polonia negli anni Settanta e Ottanta era una squadra fenomenale. Nel 1974 arriva un terzo posto al mondiale, nel 1976 l’argento alle Olimpiadi, nel 1978 un altro ottimo mondiale e infine un’altra medaglia di bronzo nel 1982. Il capitano di quello squadrone è Władysław Żmuda, un ottimo difensore premiato nel 1974 come miglior giovane del mondiale. Nel 1982 arriva a Verona (primo polacco con Boniek in A) ma è sfortunato perché le presenze a causa di un infortunio sono poche. Dopo un’avventura in America, nel 1984 arriva la seconda possibilità: Cremona.

IN MASSIMA SERIE – Purtroppo gli anni si fanno sentire ma l’acquisto di Zmuda è comunque importante. Per l’approdo in A dopo decenni il polacco è insieme a Juary il giocatore straniero scelto dalla società per giocare al meglio in campionato. Saranno solo però 12 i gettoni con una rete nel pareggio contro la Lazio per una Cremonese che retrocederà proprio insieme ai laziali e all’Ascoli.

IN B – La squadra retrocede ma Zmuda con la sua esperienza rimane sotto il Torrazzo. Essendo da poco aperte le frontiere, il polacco è con Batista della Lazio e Trifunovic dell’Ascoli tra i pochissimi stranieri presenti in cadetteria. Rimarrà alla Cremonese due anni, conclusisi con un nono e un terzo posto, con la A persa solo agli spareggi. A 33 anni, nel 1987, abbandona Cremona e il calcio giocato alla fine di una carriera ad alti livelli ricca di successi. Legato al proprio paese, ha allenato per anni le giovanili della nazionale della Polonia, stato in cui è considerato una leggenda.

Auguri ad uno dei primi stranieri arrivato in Italia: Wszystkiego najlepszego Władysław!

 

Paolo Castelli
Paolo Castelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche: