fbpx
Alfonso: «Cremonese? Non mi do alibi per quanto successo»
Alfonso: «Cremonese? Non mi do alibi per quanto successo»

Alfonso si presenta alla Spal e parla di Cremonese: «A Cremona ho giocato poco, ma mi sono rimboccato le maniche per aiutare gli altri»

Presentato alla stampa ferrarese in vista della sua nuova avventura alla Spal, Enrico Alfonso ha parlato anche della Cremonese, squadra che ha lasciato a pochi giorni dalla fine del calciomercato. Ecco le sue dichiarazioni, riportate dai colleghi de LoSpallino.com: «Aver raggiunto a 31 anni lo scopo che mi ero prefissato, la Serie A, mi ha un po’ appagato ed è stato un errore che ho pagato a caro prezzo e da cui ho preso insegnamento. Nel frattempo aver trovato un portiere forte come Carnesecch mi ha limitato, in aggiunta a qualche problemino. Ma il passato è passato e non si può rimediare».

GRUPPO – Nonostante il suo ruolo in campo fosse marginale, nello spogliatoio Alfonso dice di aver fatto la sua parte (come testimoniato anche dalle parole di Giacchetta): «Nonostante abbia giocato poco, quando sono andato via da Cremona alcuni miei compagni avevano le lacrime agli occhi. Mi sono rimboccato le maniche, mi sono armato di un gran sorriso e ho tentato di lavorare per chi scendeva in campo, aiutandoli e dandogli consigli. In quel caso ho preso sotto la mia ala Carnesecchi e sono pronto a farlo per Thiam se dovesse esserci l’occasione».

Lorenzo Coelli

Redattore e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche: