Verona, Almici non basta. Punto d’oro per il Padova
Verona, Almici non basta. Punto d’oro per il Padova

Ravanelli rimette in piedi la gara per la squadra di Bisoli, che ha dimostrato buona personalità. Mezzo passo falso per il Verona in casa

Giornata di ‘prime volte’ nel derby veneto tra Verona e Padova: nell’1-1 finale vanno a segno l’ex grigiorosso Almici su punizione e il “figlio d’arte” Ravanelli pochi minuti dopo. Come il Palermo, gli scaligeri neoretrocessi dalla A partono con un pareggio, peraltro maturato al termine di un match molto equilibrato.

Al Bentegodi i biancoscudati di mister Bisoli giocano un buon calcio per oltre un’ora, nonostante la magistrale punizione di Almici al 24′; la squadra è ben disposta in campo e il pareggio arriva poco dopo con la spaccata volante di Ravanelli, che accoglie l’assist di Clemenza. Prima dell’intervallo, il giocatore di proprietà della Juventus sfiora il vantaggio con un bellissimo mancino a giro fuori di nulla.

Nel secondo tempo è quasi lo stesso copione, con il Padova che trova il 2-1 con Bonazzoli, vera spina nel fianco per la difesa del Verona, ma tutto è fermo per un fuorigioco molto dubbio. Il Verona di Grosso insiste solo nel finale, avvicinandosi al gol con Laribi e Caracciolo, poi allo scadere con una girata fantastica del miglior Pazzini (entrato dalla panchina) respinta in angolo da Merelli. Il forcing non basta, è un punto amaro per la formazione di Grosso, molto buono invece per il Padova.

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Serie B, il Trapani cambia la proprietà

Serie B, il Trapani cambia la proprietà