fbpx
Roma, caput Europae
Roma, caput Europae

Qualificazione agli ottavi di Europa league ottenuta e momentaneo 3º posto in campionato. È una Roma sempre più europea

Roma caput mundi si diceva secoli e secoli fa. Oggi si dice Roma caput Europae. Già, perchè la vittoria dello della Conference League nel 2021, che ha riportato a Roma un trofeo europeo per la prima volta dopo tanto tempo, è ancora sotto gli occhi di tutti. Ora il sogno è il ritorno in Champions League, o tramite la vittoria dell’Europa League o con un piazzamento tra le prime quattro in Serie A. A proposito di campionato, il prossimo avversario dei giallorossi sarà la Cremonese, martedì 28 febbraio alle 18.30.

È nata una nuova collaborazione tra CuoreGrigiorosso.com e NumeroDiez, quotidiano online giovane e ambizioso. Clicca QUI per scaricare l’app e restare aggiornato su tutto il calcio, italiano e non!

MERCATO – La questione che ha tenuto banco in casa Roma in questa sessione di mercato invernale è stata quella relativa allo spinosissimo caso Zaniolo, finito al Galatasaray. Sempre in uscita, Shomurodov è passato in prestito allo Spezia, mentre Vina al Bournemouth. Capitolo acquisti, invece, sono arrivati Solbakken (già decisivo con un gol nella scorsa gara di campionato contro l’Hellas Verona) e il difensore Llorente, giunto dal Leeds in prestito con diritto di riscatto.

IL MOMENTO – La squadra di Mourinho sta vivendo un ottimo momento. Archiviata la brutta eliminazione in Coppa Italia per mano della Cremo, i giallorossi hanno vinto raccolto tre vittorie, un pareggio e una sconfitta (ininfluente, dato che si tratta dell’1-0 contro il Salisburgo nell’andata degli ottavi di Europa League ribaltato lo scorso giovedì). In Serie A, complice anche qualche passo falso delle dirette concorrenti, gli uomini di Mourinho si trovano ora al 3º posto in classifica, a pari del Milan, a +2 dal 5º posto.

PROBABILE FORMAZIONE – Nella gara dello Zini Mourinho dovrebbe avere tutti a disposizione, a parte lo squalificato Smalling. Da capire quali saranno le scelte del tecnico portoghese e se opterà per un po’ di turnover o meno. Una cosa è certa, il modulo non si cambia: sarà dunque ancora 3-4-2-1. In porta ci sarà Rui Patricio. Davanti a lui spazio a Mancini, Kumbulla e Ibanez. A centrocampo possibile ritorno dal 1º minuto per Bove, insieme a uno tra Matic e Cristante. Sui lati appare difficile sostituire Zalewski e Spinazzola, che dunque saranno della gara. In attacco tanti dubbi. Dopo il gol in coppa Belotti potrebbe ritrovare la maglia da titolare, supportato da due tra Dybala, Pellegrini ed El Shaarawy.

Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Ternana, rischio Finimondo allo Zini

Ternana, rischio Finimondo allo Zini