fbpx
Pres. Perugia: «Il virus fa paura, giusto fermarsi»
Pres. Perugia: «Il virus fa paura, giusto fermarsi»

Massimiliano Santopadre, presidente del Perugia: «Era doveroso fermarsi, la salute viene prima di tutto. Vedremo se lunedì si ripartirà»

«Viviamo un momento difficile e di grande paura, fermare il campionato era doveroso. La salute viene prima di tutto, c’è bisogno di grande senso civico». Queste alcune delle parole del presidente del Perugia Massimilliano Santopadre, riportate dai colleghi di Calciogrifo.it . Il patron degli umbri ha raccontato come l’emergenza Coronavirus è vissuta in casa biancorossa: «Tutti i ragazzi sono chiusi in casa, restiamo in contatto con loro e io li chiamo personalmente». Da non sottovalutare gli effetti economici a lungo termine che questa pandemia comporterà: «Fra qualche mese emergeranno tutti gli effetti economici causati da questo virus e, lo dico da imprenditore, il governo ci dovrà aiutare. Oggi comunque è giusto che sia tutto chiuso: prima chiudiamo, prima ripartiremo».

TAMPONE – Intanto, questa mattina i calciatori della prima squadra e lo staff sono stati a tutte le visite mediche del caso: «Proporrò alla Lega B di stoppare tutti gli allenamenti fino a domenica, perché adesso l’unica cosa necessaria è restare a casa. – dice il patron del Perugia – . Se poi ci sarà da ripartire, lo faremo con tutte le precauzioni del caso, come fanno tutti coloro che devono lavorare malgrado questa situazione: per l’esposizione mediatica che ha, il calcio dev’essere un esempio. Quando torneremo a giocare ci faremo trovare pronti».

Foto: sito ufficiale Perugia Calcio

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Cremo-Brescia e il coprifuoco: tutte le info

Cremo-Brescia e il coprifuoco: tutte le info

Cremonese-Brescia, la designazione arbitrale

Cremonese-Brescia, la designazione arbitrale