fbpx
Le pagelle – Vido è imprendibile. Gaetano, non ci siamo
Le pagelle – Vido è imprendibile. Gaetano, non ci siamo

Le pagelle di Cremonese-Benevento, terminata 1-1: Tello nel primo tempo beffa Sarr, pareggia Fagioli a inizio ripresa

SARR, voto 6.5
Viene sollecitato solo sulle uscite, risponde presente e nell’area piccola fa valere la sua atleticità. Incolpevole sul gol, dove viene beffato dalla deviazione inzaghesca di Tello. Nel finale salva il risultato con un bell’intervento su Tello.

SERNICOLA, voto 6
I meccanismi sulla fascia destra sono inceppati e raramente gli riesce di sovrapporsi a Zanimacchia. Quando arriva sul fondo comunque crossa con precisione. Dietro non soffre le sgroppate di Brignola e Foulon, si conferma una sicurezza.

BIANCHETTI, voto 6.5
Nel primo tempo le occasioni più pericolose della Cremo arrivano dai suoi lanci per Vido. Dietro sbaglia poco o nulla, si fa notare per una bella chiusura su Foulon. Nella ripresa sale in cattedra e respinge tutto quello che arriva dalle sue parti.

RAVANELLI, voto 6
In marcatura sull’uomo è puntuale, non lascia respirare Sau e Moncini. È tuttavia poco preciso in fase di possesso, oltre a qualche pallone sbagliato di piede commette anche diversi errori nelle respinte aeree. Si riscatta nella ripresa con alcune chiusure provvidenziali su un giocatore di qualità come Lapadula.

VALERI, voto 6
In marcatura su Tello se la cava, quando invece arrivano le sovrapposizioni di Letizia fatica a contenerlo. Le sgasate offensive sono energiche ma poco precise, i suoi cross non arrivano a destinazione. Migliora nella ripresa, mette in mezzo una bella palla per Di Carmine.

VALZANIA, voto 6
Sembra giocare con il freno a mano tirato, non riesce a carburare e arriva sempre in ritardo sull’uomo. Da mezzala non riesce a portare la solita pressione sui portatori avversari. Anche lui cambia passo nel secondo tempo quando scala in mezzo nel centrocampo a due.

CASTAGNETTI, voto 6
Legna e geometrie, come ci ha abituati nella gestione Pecchia. A centrocampo è senza ombra di dubbio quello che gioca meglio. A volte si perde Sau quando si abbassa tra le linee a cercare di creare la superiorità numerica. Pecchia lo lascia negli spogliatoi a fine primo tempo, non certamente per demeriti.

GAETANO, voto 5
Ha sulla coscienza il fallo che porta in vantaggio il Benevento, il classico intervento di chi ha poco mestiere in fase difensiva. Pecchia lo sposta in fascia ma combina poco anche in fase offensiva. Nella ripresa ha una buona occasione ma si attarda nella conclusione e viene chiuso dalla difesa.

ZANIMACCHIA, voto 5
Partita negativa per il giocatore arrivato dalla Juve: parte sbagliando una buona occasione sullo 0-0, prosegue peggio crossando con poca precisione e perdendo molti palloni. La sua partita finisce al 45’.

DI CARMINE, voto 5.5
La solita solitudine dei numeri 9. Il suo è un lavoro sporco, fatto di sponde per i compagni, tante corse e pochi palloni toccati. Certo, sui palloni che arrivano in area potrebbe combinare qualcosa in più.

VIDO, voto 7
È una spina nel fianco per la difesa del Benevento. Riesce sempre a ricevere palla libero dall’uomo e crea pericoli a ripetizione. Regala uno splendido assist a Zanimacchia che clamorosamente non prende nemmeno lo specchio, poi quando passa trequartista si mette in proprio e arriva alla conclusione con pericolosità. Esce stremato a metà ripresa.


Sono entrati:

FAGIOLI, voto 7
Che impatto! Entra e dopo meno di 30 secondi segna il gol dell’1-1 con una discesa tutta qualità e rabbia. Aggiunge fosforo ed energie al centrocampo, anche se a volte esagera con i dribbling e perde palloni in zone pericolose del campo.

BUONAIUTO, voto 6.5
Come Fagioli scende in campo a inizio secondo tempo ed entra nell’azione del pareggio, calciando verso Paleari la palla che poi il centrocampista tramuta in gol. Crea pericoli a ripetizione, si conferma devastante anche a partita in corso.

CIOFANI, voto 6
Entra a dare una mano in attacco e per fare rifiatare Di Carmine. Lavora bene alcuni palloni sporchi, si rende pericoloso andando in pressing su Paleari.

BAEZ, voto 5.5
Porta qualità alla manovra e tranquillità nella gestione del pallone, quando arriva sul fondo però non sempre fa la scelta giusta.

STRIZZOLO, sv.


L’allenatore:

PECCHIA, voto 6
Sceglie di lasciare in panchina Baez e Buonaiuto e puntare su un 4-3-3 in cui l’ago della bilancia è Gaetano. Alcune scelte non ripagano (Zanimacchia, lo stesso Gaetano) altre sì: Vido sposta gli equilibri e manda in tilt la difesa del Benevento. È bravo a fare i cambi giusti, Fagioli e Buonaiuto cambiano la Cremo.

Nicola Guarneri
Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche:

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole