fbpx
Fiordaliso: «Cremona la scelta giusta. Gruppo meraviglioso»
Fiordaliso: «Cremona la scelta giusta. Gruppo meraviglioso»

Alessandro Fiordaliso si presenta: «Che emozione rompere il ghiaccio giocando subito titolare. Spiace per la sconfitta col Citta, speriamo di rifarci a Pisa»

Esordio con la Cremonese in campionato, Coppa Italia e primo gol in grigiorosso. È passata solamente una settimana dal suo arrivo, ma si può dire che Alessandro Fiordaliso ha iniziato col piede giusto la sua carriera all’ombra del Torrazzo. Il classe ’99, proveniente dal Torino, è stato presentato questa mattina al Centro Arvedi. A prendere la parola per primo è stato il ds grigiorosso Nereo Bonato: «Alessandro è cresciuto nel Torino e ha già avuto esperienze sia in C che in B, quindi rappresenta il profilo giusto su cui puntare. Arriva a titolo definitivo perché la nostra intenzione è quella di lavorare per farlo diventare un patrimonio della Cremonese. L’acquisizione di ragazzi giovani è un chiaro messaggio della società che vuole costruire la Cremo del futuro. Il mercato? Arriverà un difensore (Fornasier, ndr), mentre per le uscite i nomi sono i soliti (Montalto e Piccolo, ndr)».

L’ESORDIO  – Il giovane terzino ex Venezia ha esordito solamente dopo due giorni dal suo arrivo ed è ritornato sulla partita d’esordio allo Zini contro il Cittadella: «È successo tutto molto in fretta, ma rompere il ghiaccio giocando subito da titolare mi ha fatto piacere, anche perché c’era un po’ di pubblico. Non abbiamo esordito come volevamo però è comunque la prima partita ed è presto per trarre delle conclusioni, e mercoledì abbiamo fatto una buona partita specialmente nel secondo tempo. Speriamo di rifarci domenica prossima, poi arriverà la sosta che ci permetterà di arrivare tutti allo stesso livello e di esprimerci poi al meglio». Il classe ’99 ha poi commentato la rete segnata all’Arezzo, arrivata correggendo un tiro di Strizzolo: «La deviazione fondamentale è stata la sua, io ero attaccato al difensore. Io ho esultato per lui perché per me il gol è suo».

RUOLO – Nonostante abbia giocato solamente due partite, Fiordaliso ha già mostrato tutta la sua duttilità, scendendo in campo sia come terzino destro che come difensore centrale: «L’anno scorso ho giocato sempre da terzino e quello ancora prima sempre da centrale Ho fatto le mie prime stagioni da professionista in entrambi i ruoli. Mi trovo bene in entrambi i ruoli, sarà il mister a valutare la posizione nella quale mi vede meglio. Io sono sicuramente a disposizione». Così come Zaccagno, anche il 21enne torinese ha in mente di proseguire gli studi dopo aver ottenuto un diploma di liceo classico: «L’ambito umanistico mi ha sempre interessato, anche se conciliare lo studio con il calcio a livello giovanile non è mai facile Per questo devo ringraziare la mia famiglia che mi è stata vicinissima, è stata un’esperienza formativa che mi ha aiutato e mi aiuta tuttora. In futuro  piacerebbe iscrivermi ad un’università online».

MISTER E GRUPPO –  Fiordaliso ha poi raccontato le sue prime impressioni su mister Bisoli e sul gruppo che ha trovato in spogliatoio: «Bisoli è un tecnico che chiede tanto, ma allo stesso tempo dà altrettanto. È giusto che pretenda da noi il massimo e che ci tenga sempre sul pezzo. Quando sono arrivato ho trovato un gruppo meraviglioso e unito, li sto conoscendo in questi giorni e mi trovo bene». L’ex Venezia ha voluto fortemente la Cremonese: «Venire qui è stata una scelta, ho trovato una società che mi ha proposto un progetto e che vuole puntare su di me. Questo mi ha reso orgoglioso e ho fatto la scelta migliore. A Torino si sarebbe prospettato un altro prestito».


Fonte: dal nostro inviato al Centro Arvedi Lorenzo Coelli
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte CUOREGRIGIOROSSO.COM 

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: