fbpx
Cremo, più gol incassati rispetto a un anno fa
Cremo, più gol incassati rispetto a un anno fa

La Cremo nelle prime quattordici giornate di campionato ha incassato 16 gol, sei in più dello scorso anno. Evidentemente troppi

La spesa dello Stato Italiano per la difesa, vale a dire le forze armate utili a difendere il territorio da minacce militari, è passata dai 12 miliardi agli inizi del Duemila ai 15 miliardi del 2003. Oggi è aumentata addirittura di altri 6, siamo oltre i 21 miliardi. Come lo stato italiano si fa scudo dei suoi valorosi militari, le società calcistiche si devono attrezzare con forti difensori per poter vincere i titoli e i campionati. Dalla difesa partono i successi. Insomma, la difesa conta, si sa.

ARMA IN PIÙ – Il reparto difensivo è stato l’asso nella manica di mister Rastelli nella rimonta playoff dello scorso campionato: è risultato essere il miglior pacchetto della Serie B 18-19 e, in casa, uno dei meno battuti nei principali campionati europei. Nella sessione estiva di calciomercato sono stati confermati i tre difensori titolari Caracciolo, Terranova e Claiton. La difesa è stata inoltre rafforzata con gli innesti mirati di Ravanelli e Bianchetti. I due sono ottimi giocatori per la categoria ed erano reduci da un buon campionato con le rispettive squadre (Padova e Verona). Compiendo prestazioni di livello avevano convinto il ds Bonato a portarli in grigiorosso per dare l’assalto alle prime posizioni di classifica.

IL CONFRONTO – Lo scorso anno la Cremo alla quattordicesima giornata galleggiava in decima posizione con due punti in più rispetto a quelli di ora. Il dato che sorprende maggiormente è quello legato alla difesa e ai gol subiti. Grazie soprattuto a Terranova e Claiton era stata trovata la quadra del reparto, subendo solo 10 gol nelle prime 14 giornate di Serie B. Quest’anno la musica è cambiata. I gol incassati sono 16 in quattordici giornate, ma bisogna dire che gli stessi Claiton e Terranova sono stati spesso indisponibili.

I PUNTI DI DEBOLEZZA – Quello che è saltato all’occhio in questa prima parte di campionato è stata un po’ la mancanza di sincronia nei movimenti per quanto riguarda il rispetto delle distanze tra i reparti, soprattutto tra difesa e centrocampo. Il possesso palla molto spesso è sterile e molte volte i difensori che impostano la manovra sono quasi obbligati ad azzardare passaggi e lanci forzati. Per poter interloquire con i centrocampisti e le punte, capita di frequente che vengano svolte giocate rischiose, con conseguente perdita del possesso. Le punte agiscono troppo lontano dall’area. Le potenzialità di Ceravolo e Ciofani non sono state sfruttate a dovere fino ad ora.

Tommaso Somenzi
Tommaso Somenzi

Potrebbe interessarti anche:

Cremonese-Entella, chi segna vince!

Cremonese-Entella, chi segna vince!

Entella, non è un buon inizio

Entella, non è un buon inizio