fbpx
Bonato: «Pensiamo solo al Cittadella»
Bonato: «Pensiamo solo al Cittadella»

Il ds Bonato alla vigilia di Cittadella-Cremonese: «La società ha fatto il possibile perché i ragazzi potessero allenarsi serenamente. Spiace giocare a porte chiuse, ma è necessario»

Dopo due settimane di attesa, la Cremonese è pronta a tornare in campo. Domani pomeriggio alle ore 15 i grigiorossi di Massimo Rastelli affronteranno il Cittadella di Roberto Venturato dopo aver saltato la 25° giornata di campionato a causa del rinvio di Ascoli per l’emergenza coronavirus. Alla vigilia della sfida non si è svolta la classica conferenza prepartita del tecnico napoletano, ma al suo posto ha parlato il direttore sportivo Nereo Bonato: «Per noi è stata una settimana molto particolare, dal punto di vista emotivo e non solo. Tuttavia, la società ha fatto il possibile per far sì che i ragazzi si potessero allenare con serenità e nelle migliori condizioni. Ora lasciamo da parte ciò che non c’entra con il calcio e pensiamo solamente alla partita di domani».

PORTE CHIUSE – L’ex Sassuolo si è detto d’accordo sulla scelta di giocare senza pubblico«È una decisione indiscutibile che va rispettata in maniera incondizionata, in quanto adottata per salvaguardare la salute pubblica. Sicuramente ci dispiace non poter contare sui nostri tifosi, che da sempre ci sostengono molto calorosamente, soprattutto durante questo periodo delicato della stagione».

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, oggi allenamento a porte chiuse

Cremo, oggi allenamento a porte chiuse