fbpx
Ascoli, Castori: «Pedro Mendes convocato, ma in dubbio»
Ascoli, Castori: «Pedro Mendes convocato, ma in dubbio»

La conferenza stampa di mister Castori alla vigilia di Ascoli-Cremonese: «Dovremo andare a 200 all’ora per portarla a casa»

L’Ascoli ha bisogno di punti, non è certo un segreto. I piceni si trovano a 22 punti, -5 dalla salvezza diretta, più precisamente dalla Sampdoria di Pirlo a quota 27. In una stagione difficile come quella che stanno vivendo i bianconeri, battere la Cremonese non sarebbe fondamentale sono in ottica di classifica, ma anche per rinvigorire il morale di una squadra in difficoltà. L’ex grigiorosso Valzania non ci sarà, essendo squalificato, mentre Pedro Mendes è convocato, ma non al 100%. Detto ciò, difficilmente Castori si priverà del suo uomo migliore. Di seguito, la conferenza stampa del tecnico ex Perugia alla vigilia del match del Del Duca.

SULLA CREMO – Castori parte analizzando parte della sfida persa 3-2 a Catanzaro, per poi tessere le lodi della Cremonese come spesso accade nelle conferenze stampa avversarie: «Abbiamo fatto un ottima gara a Catanzaro, se non per un evidente calo fisico quando siamo rimasti in inferiorità numerica dopo l’espulsione di Valzania. Purtroppo, abbiamo incassato due reti da calcio d’angolo e occorre essere più attenti quando siamo schierati, è mancata la giusta concentrazione. Ora ci attende la difficile sfida alla Cremonese, squadra molto forte nel suo complesso, hanno qualità in ogni zona di campo. Penso ad un calciatore come Falletti che può giocare sia da mezzapunta che da mezzala, è molto rapido e capace di spostare gli equilibri. Dovremo fare attenzione a lui così come a Coda e Vasquez, hanno davvero tante opzioni nel reparto offensivo. Inoltre, sono guidati da un allenatore esperto che ha già vinto dei campionati di B ed è tatticamente molto preparato. Dobbiamo essere convinti delle nostre risorse e delle nostre qualità, pensare alla nostra partita ed andare a 200 all’ora alla ricerca di una vittoria prestigiosa».

INDISPONIBILI E FORMAZIONE – Diversi punti di domanda per quanto riguarda la possibile formazione dei bianconeri: «Rispetto all’ultima gara è in dubbio solo Pedro Mendes, gli altri non sono riusciti a recuperare. Il portoghese è convocato, ma domani mattina faremo un ultimo test e vedremo come sta. Bayeye è tornato stamattina dall’Africa, ha fatto un allenamento di scarico e, anche se non l’ho potuto testare, è comunque convocato. Spesso giochiamo 3-4-2-1 quando alziamo un centrocampista, dipende dalle caratteristiche dei nostri giocatori e dal recupero di quei ragazzi che sono stati fuori. Di certo il momento di forma di D’Uffizi ci dà una valida alternativa sulla trequarti, è un ragazzo che ha ancora tanto margine di crescita».

Redazione

Potrebbe interessarti anche: