fbpx
Soddimo, un eurogol per convincere Rastelli
Soddimo, un eurogol per convincere Rastelli

Serve una mezzala offensiva, ma forse l’acquisto potrebbe essere già in casa: si tratta di Danilo Soddimo, autore ieri di un grande gol contro il Napoli

Ok, è calcio estivo ma certi colpi non ti riescono se non li hai nelle corde. E così, grazie alla rete da metà campo con cui ha costretto in Napoli al pareggio, Danilo Soddimo è tornato a far parlare di sé e a rilanciare prepotentemente la sua candidatura per una maglia da titolare.

Arrivato nel mercato invernale a titolo definitivo dal Frosinone con la nomea del tuttocampista esperto in promozioni (ben cinque, di cui tre dalla B alla A), il romano classe 1987 è finito presto ai margini a causa di prestazioni non all’altezza, di pari passo con il resto della squadra. Ma quando questa è riuscita a trovare la sua quadra, il posto era oramai affidato a Daniele Croce.

Ora, però, inizia un nuovo campionato. Si creano nuovi stimoli e anche le gerarchie possono essere riviste e, soprattutto, ci sono da rimpiazzare Castrovilli e lo stesso Croce. Per la mattonella del centrodestra è già stato acquistato Deli, un mancino che da quella zona può rientrare sul piede forte. Per l’altra è ancora una partita aperta, dato che l’impressione è che Arini verrà confermato davanti alla difesa. Lo ha fatto intendere lo stesso Rastelli, in conferenza stampa, parlando di Castagnetti e affermando che vorrebbe una mezzala tecnica in grado di supportare meglio le due fasi rispetto al Samurai.

Come per l’attacco, anche qui si sono fatti fari nomi. Dal sogno impossibile Brugman, passando dalle piste già sfumate di Stulac (che però è più un clone di Castagnetti) e Dezi, fino a quelle ancora in stand-by (vedi Schenetti). Senza dimenticare nemmeno Gerbo (svincolato dal Perugia) e Segre del Torino (l’anno scorso in prestito al Venezia), nomi che però scaldano poco se considerati come potenziali titolari.

Anche se ultimamente è stato usato prevalentemente come seconda punta, il suo ruolo (soprattutto nel 3-5-2) resta quello di centrocampista, e chissà che nel ritiro di Molveno non riesca a far ricredere allenatore e dirigenza a puntare nuovamente su di lui.

Nicolò Casali
Nicolò Casali

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, attacco ancora a secco. Ciofani impalpabile

Cremo, attacco ancora a secco. Ciofani impalpabile