fbpx
Salta Cremo-Empoli, ed è sempre più campionato falsato
Salta Cremo-Empoli, ed è sempre più campionato falsato

L’Empoli utilizza il jolly e la partita verrà recuperata più avanti. Ma è proprio il regolamento a non convincere, oltre al fatto di aver voluto ricominciare col calcio a tutti i costi

Naturalmente sapevamo già che Cremonese-Empoli di venerdì 2 aprile non si sarebbe disputata, ma ora che è arrivata anche l’ufficialità del rinvio da parte della Lega B, possiamo esprimerci con ancora più decisione: è un campionato falsato, lo è da ottobre, e adesso che ci si avvia verso la fase finale è normale che sentiremo spessissimo citare tale affermazione. Sì, perché fra poco è il tempo dei verdetti, il calendario è condensato di partite da qui a un mese e poi ci sono gli Europei, quindi come si trovano slot liberi per finire la Serie B?

AVANTI CON INSISTENZA – A tutti i costi è stato deciso che il calcio, nonostante una pandemia che non consenta ai cittadini tuttora di recarsi – giusto per fare un esempio – da un parente fuori regione, dovesse andare avanti imperterrito, portando con sé la scia delle problematiche del caso. Ci sono stati alcuni mesi estivi per capire cosa potesse accadere, è stato scritto un protocollo sanitario poi cambiato altre volte, perché non sono stati messi in conto determinati fattori, ad esempio l’ingerenza delle autorità sanitarie locali, che vanno oltre il cosiddetto protocollo. Un protocollo che prevede la possibilità di utilizzare un solo jolly a stagione (ossia il rinvio della partita successiva) per i club se i casi positivi nel gruppo-squadra sono 8 o più. Se succede un’altra volta e non c’è possibilità da parte del club di convocare 13 giocatori (di cui almeno un portiere), sconfitta per 3-0 a tavolino. Perché mai? Non può capitare più di una volta a stagione di avere, malauguratamente, un cluster nel gruppo-squadra? E i valori veri dello sport vanno sgretolandosi, via via…

RUSH FINALE… FALSATO – Senza poi calcolare le squadre o i club che ambiscono a sguazzare in queste situazioni disdicevoli, come la Salernitana per il match vinto 3-0 a tavolino contro la Reggiana. Le società non si sono venute incontro, ancora oggi i campani hanno 3 punti in più per quel match, che doveva disputarsi a fine ottobre 2020. Questo non è calcio. E ora, con otto partite da giocare in un mese, come funzionerà? L’Empoli, prossimo alla promozione in A, per la partita di Cremona ha utilizzato il fantomatico jolly, ma a Pasquetta per la sfida al Chievo come farà? Se non dispone di 13 giocatori, è moralmente giusto perdere 3-0 a tavolino?Tornando alle cose di casa nostra e riprendendo in mano quel regolamento alquanto discutibile, la Cremo non può dire nulla se gli avversari si servono del bonus. Ma resta comunque un campionato falsato, perché ci sarà un infrasettimanale in più sul groppone rispetto alle altre concorrenti all’obiettivo finale. Può pesare molto in questa fase così delicata.

E tutto torna sempre al solito tema: la presunzione che il calcio – anche se difficile chiamarlo tale, senza l’anima dei tifosi – dovesse proseguire senza se e senza ma, non accorgendosi pienamente di ciò che stava (e sta) accadendo di fuori.

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche: