fbpx
Cremo, chi è David Okereke
Cremo, chi è David Okereke

Gli inizi in Serie D, le vittorie (e la Champions) in Belgio e l’esperienza di Venezia: Cremonese, ecco chi è David Okereke

Dalla Serie D alla Champions League, con l’Italia nel cuore. David Okereke, nuovo attaccante della Cremonese, ha già vissuto diverse carriere nonostante la giovanissima età, ed ora è pronto a lottare per la salvezza con mister Alvini. Scopriamo di più su di lui con la nostra scheda di presentazione.

STORIA – Okereke nasce a Lagos (Nigeria) il 29 agosto 1997. Nel 2015 passa dalla Abuja Football Academy alla Lavagnese, formazione ligure che militava in Serie D. Bastano tre partite (e un gol) per convincere lo Spezia a puntare su di lui, prima in Primavera e poi con la Prima Squadra: dopo un anno e mezzo in Serie B, nel gennaio del 2018 passa in prestito al Cosenza e contribuisce alla promozione in cadetteria dei lupi con 4 gol e 4 assist in 23 partite. L’anno successivo, sempre a La Spezia, sarà quello del boom: con 10 gol e 12 assist in 30 partite porta i liguri ai playoff e viene acquistato dal Club Brugge per 8 milioni di Euro.

IN BELGIO – Con la squadra nerazzurra vince due volte il campionato belga, raccogliendo in totale 71 presenze condite da 15 gol e 3 assist. Nelle due stagioni passate al Club Brugge gioca anche la Champions League contro squadre come Paris Saint Germain e Borussia Dortmund. In totale vanta 11 presenze in Champions (4 ai preliminari) e 3 in Europa League. Tanto basta al Venezia per puntare su di lui la scorsa estate in prestito con diritto di riscatto: in laguna Okereke scopre la Serie A e segna ben 7 gol in 32 partite di campionato (solo Henry ha segnato più reti). Nonostante ciò gli arancioneroverdi retrocedono e non esercitano l’opzione di riscatto.

RUOLO – Okereke ha dimostrato di essere un grande jolly d’attacco: alto 181 cm, vanta una grande velocità e ama attaccare la profondità. Dopo essere sbocciato come ala sinistra, ha dimostrato di poter giocare in tutti i ruoli del reparto offensivo, dunque saprà adattarsi al sistema di gioco di mister Alvini. E con un bomber al suo fianco, il rendimento può solo migliorare…

Lorenzo Coelli

Redattore e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche: