fbpx
Vicepres. FIGC: «La Cremonese è un modello»
Vicepres. FIGC: «La Cremonese è un modello»

Umberto Calcagno elogia l’operato della Cremonese: «Mi piacerebbe che i suoi giovani finiscano per almeno una o due stagioni stabilmente in A»

Ai margini dell’assemblea che si è tenuta ieri pomeriggio a Milano, il presidente dell’AIC nonché vicepresidente della FIGC, Umberto Calcagno, ha citato la Cremonese all’interno di un discorso sullo sviluppo dei giovani italiani: «Il talento va cercato, individuato e questo è difficile farlo con troppi atleti tesserati con e dai dilettanti. Serve uno scouting più corposo e competente che dia linee guida per le nostre società. Più valori e aspetti sociali fondamentali per il nostro calcio. La Cremonese è un modello e mi piacerebbe che i ragazzi che stanno trovando tanto spazio finiscano per almeno una o due stagioni stabilmente in Serie A e che il club in cui si sono rafforzati percepisca introiti per alcuni anni sulla base dell’impiego e del minutaggio. Una sorta di contributo legato al cammino di quei talenti che hanno potuto fare il grande salto grazie al club che ha creduto in loro».

Nicolò Casali

Redattore

Potrebbe interessarti anche: