fbpx
Verona, quando vincere è d’obbligo
Verona, quando vincere è d’obbligo

Vi presentiamo il Verona, prossimo avversario della Cremonese nella sfida valida per l’undicesimo turno di Serie B.

Vincere è d’obbligo. Questo vale sia per la Cremonese sia per il Verona, squadra che i grigiorossi affronteranno venerdì sera nell’anticipo di Serie B.

RISALITA IMMEDIATA – Questo è l’obiettivo di questa stagione del Verona. Dopo la retrocessione dello scorso anno gli scaligeri hanno allestito una rosa forte obbligata ad arrivare nelle prime due posizioni per tornare in massima serie.

IL GIOCO LATITA – Archiviata l’esperienza del mai amato Pecchia, è stato scelto Fabio Grosso per allenare il Verona. Con il suo 4-3-3 al momento è terzo (una vittoria ottenuta a tavolino) però il suo gioco e le scelte delle formazioni sono sotto pesanti accuse da parte dell’ambiziosa tifoseria veronese che vede nel Campione del Mondo nel 2006 un Pecchia-bis. La difesa, inoltre, è un problema: l’Hellas prende gol da undici partite di fila tra campionato e Coppa Italia (fa eccezione naturalmente il 3-0 a tavolino di Cosenza).

SENZA SPAZIO PER IL PAZZO – Quello di Giampaolo Pazzini ormai è un caso. I tifosi lo amano e inoltre è forse il miglior giocatore della B nonché uno dei migliori attaccanti italiani degli ultimi anni. C’è però un problema: anche per Grosso così come per Pecchia non è considerato un titolare. E questo ai veronesi non piace. Avevano sognato per tutta l’estate una coppia da sogno Di Carmine-Pazzini, destinata a rimanere un’utopia.

TOP 2 – Nonostante il caso Pazzini, quella del Verona è senza dubbio una delle rose più forti del campionato (insieme al Benevento). In ogni reparto sono presenti giocatori che potrebbero giocare senza dubbio anche in massima serie (Ragusa, Lee, Henderson, Marrone per dirne alcuni) e questo rende la squadra scaligera un’armata.

IL MANDORLO IN FIORE – Verona-Cremonese è anche il ritorno al Bentegodi di Mandorlini. L’attuale allenatore grigiorosso ha vissuto la sua migliore parte della sua carriera da allenatore al Verona, portato dalla C alla A.  Nella massima serie ha ottenuto due brillanti salvezze prima di essere esonerato nel novembre 2015.

EX A(L)MICI – Nel Verona gioca Alberto Almici, nell’ultima stagione a Cremona. Purtroppo per lui non fu un’annata positiva a causa di un infortunio ma per fortuna si è ripreso alla grande segnando un bel goal alla prima di campionato.

SETTE ANNI CON SETTI – Questo per il Verona sarà il settimo anno con presidente Maurizio Setti. Dopo annate difficili Martinelli la rilevò salvandola nel 2009 per poi passare il testimone a Setti. Spesso contestato dalla tifoseria per il suo volare basso ha garantito stabilità economica oltre ad avere portato a Verona giocatori come Toni, Saviola e Rafa Marquez.

La sfida tra Verona e Cremonese non è solo una partita di Serie B, ma anche una gara tra due squadre nobili, due squadre blasonate con un passato di lusso alle spallePotrete seguire il match live venerdì sera a partire dalle 21.00.

Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Como-Cremonese, i convocati di Gattuso

Como-Cremonese, i convocati di Gattuso

Como, obiettivo chiudere in bellezza

Como, obiettivo chiudere in bellezza