fbpx
Verona, Grosso si gioca il posto contro la Cremo
Verona, Grosso si gioca il posto contro la Cremo

A rischio la panchina del campione del mondo 2006. Un anticipo di B caldissimo, perché anche Mandorlini è costretto a vincere per restare in sella

Una partita per salvare la panchina. Grosso del Verona si gioca il posto, ma anche Mandorlini rischia in caso di tracollo della sua Cremonese anche al Bentegodi dopo le sconfitte con Benevento e Verona. L’Hellas, stando alla stampa veneta – è reduce dalla peggior prestazione del suo campionato, quella contro l’Ascoli, e il mister campione del mondo a Germania 2006 è preso di mira per un gioco tutt’altro spumeggiante e una difesa che subisce gol da 11 partite di fila (tolto il 3-0 a tavolino di Cosenza).

E in più c’è il mistero Pazzini. Si chiedono tutti come mai uno dei più grandi attaccanti della categoria, che ancora farebbe la sua figura in Serie A, sia relegato di continuo in panchina. Nelle ultime tre partite è stato seduto lì, in attesa di una chiamata per cambiare in meglio i risultati della formazione veneta. Di Carmine non sta vivendo un buon momento, ad Ascoli è stato tra i peggiori in campo. Pazzini, al centro del progetto con Pecchia due anni fa, sarebbe il suo sostituto, eppure niente turnover. E se proprio non si volesse rinunciare all’ex Perugia, perché non provare a cambiare modulo e a far coesistere i due bomber?

Tutti disponibili per l’impegno del Bentegodi contro la Cremonese. Tornano Colombatto, che ha scontato la giornata di squalifica, e anche il difensore Crescenzi e l’esterno d’attacco Matos, che dovrebbe giocare titolare al posto di Ragusa. Sarà un anticipo di Serie B particolarmente caldo: il Verona deve vincere per scacciare ogni tipo di critica, ma anche la Cremonese è obbligata a tornare ai 3 punti, che fuori casa non arrivano addirittura da un anno.

Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche: