fbpx
Venezia, più forte con… Forte?
Venezia, più forte con… Forte?

Vi presentiamo il Venezia, prossimo avversario della Cremonese nella terza giornata di Serie B, in programma sabato allo Stadio Zini alle ore 14

Come successo per tante squadre, la crisi economica dovuta alla pandemia ha fatto sì che anche il Venezia optasse per la linea della continuità. Insomma, cambiare per poi avere gli stessi obiettivi dell’anno precedente non ne vale la pena.

POCHI INNESTI QUA E LÀ – E così la campagna acquisti è stata improntata sul rimpinguare la rosa più che a rinforzarla. In difesa è arrivato il terzino destro Mazzocchi dal Perugia, a centrocampo il regista Taugourdeau dal Trapani (che in passato fece male e non poco alla Cremonese) e in attacco Forte dalla Juve Stabia, ex grigiorosso. Quest’ultimo vero colpo di mercato, ma che deve ancora entrare nei meccanismi della squadra. Motivo per cui finora, al fianco di Capello, ha giocato Bocalon, rimasto dopo il prestito a Pordenone. Stessa sorte per Di Mariano dopo l’esperienza in quel di Castellammare. C’è curiosità per vedere all’opera Óttar Magnús Karlsson, islandese arrivato quasi a fine mercato, punta classe ’97 che giocava nel Víkingur.

STESSO MODULO, DIVERSO ALLENATORE – Un ulteriori segno di continuità è la persistenza con il 4-3-1-2 della passata stagione, sotto la guida di Dionisi. L’unica modifica è che ora è Paolo Zanetti ad avere in mano le redini della squadra dopo la brevissima parentesi ad Ascoli dello scorso anno (esonerato a gennaio con i bianconeri al tredicesimo posto in classifica). Sulla trequarti agisce Mattia Aramu, giocatore letteralmente esploso nel campionato 2019-20, con tante reti all’attivo, molte dal dischetto. Classe ’95, col suo piede mancino ha collezionato un gran numero di assist, oltre che di realizzazioni (11). Il capitano è sempre Marco Modolo, ormai vera e propria istituzione degli arancioneroverdi, presente fin dal 2015, quando il club ripartiva dai Dilettanti.

PROSPETTIVE – É troppo presto per trarre bilanci o anche soltanto ipotizzare il ruolo che una squadra potrà avere nel corso del campionato. Ad ogni modo, i lagunari hanno esordito vincendo in casa nel derby veneto contro il Vicenza, salvo poi perdere la giornata successiva in casa del Frosinone per 2-0. Si prospetta una stagione sulla stessa falsa riga della Cremonese: partenza in sordina, accumulare più punti possibili strada facendo, salvarsi e poi si vedrà. Ricordiamo inoltre che da febbraio è cambiata la proprietà: non c’è più Joe Tacopina, è subentrato l’uomo d’affari americano Duncan Niderauer. Era amministratore delegato della Borsa di New York fino a settembre 2014.

Nicolò Casali
Nicolò Casali

Potrebbe interessarti anche:

Lecce-Cremonese, i convocati di Corini

Lecce-Cremonese, i convocati di Corini

Lecce, obiettivo promozione diretta

Lecce, obiettivo promozione diretta