fbpx
Venezia, il passato è alle spalle
Venezia, il passato è alle spalle

Vi presentiamo il Venezia, prossima avversaria della Cremonese nella prima giornata di Serie B 2019-20. I lagunari sono stati ripescati dalla Serie C

Reagire per mettere da parte gli spettri della scorsa stagione. Questo è l’imperativo in casa Venezia dopo che la squadra è stata ripescata dalla Serie C, categoria nella quale è retrocessa sul campo. Sicuramente il patron italoamericano Tacopina avrà fatto tesoro dei suoi errori, e infatti il mercato condotto ha un altro spessore rispetto a quello di dodici mesi fa.

ROSA – La squadra è affidata al 39enne Alessio Dionisi, esordiente in categoria quanto acclamato, dopo il grande percorso compiuto in Serie C con l’Imolese (sfiorata la Final Four dei playoff nella scorsa stagione). Lo volevano tutti, ma allenerà il Venezia: in difesa, al veterano Modolo, affiancati i giovani Fiordaliso, Felicioli e l’ex grigiorosso Cremonesi; centrocampo invece rifatto quasi completamente: addio ai vari Pinato, Bentivoglio, Fabiano, Schiavone e Segre, sono arrivati l’esperto Zuculini (argentino, reduce da un’annata nel suo Paese), Lollo (Empoli), Vacca (Parma, era alla Casertana) e il giovane Fiordilino (svincolatosi dal Palermo). Manca un bomber, perché nel reparto avanzato resta un’altra vecchia conoscenza della Cremonese, Riccardo Bocalon, poi tutti under 23, tranne Zigoni, che non conoscono bene la categoria: St Clair, Senesi e il nuovo arrivo dal Padova Capello.

Nelle prime due uscite stagionali, in Coppa Italia contro Catania (vittoria per 2-1) e Parma (sconfitta per 3-1), gli arancioneroverdi si sono sempre schierati con il 4-3-1-2, marchio di fabbrica dello stesso Dionisi.

Nicolò Casali
Nicolò Casali

Potrebbe interessarti anche:

Pescara-Cremonese, i convocati di Zauri

Pescara-Cremonese, i convocati di Zauri

Pescara, Zauri: «Affrontiamo uno squadrone»

Pescara, Zauri: «Affrontiamo uno squadrone»