fbpx
Tanti auguri a Juary, il “ballerino” brasiliano
Tanti auguri a Juary, il “ballerino” brasiliano

Compie 61 anni Juary, ex attaccante della Cremonese nonché uno dei simboli del calcio italiano degli anni ’80. Amava ballare alla bandierina dopo un gol

Oggi, 16 giugno, festeggiamo il compleanno di Juary Jorge dos Santos Filho, più semplicemente noto come Juary. Nato in Brasile nel 1959, fra il 1980 e il 1985 ha militato in Italia, a partire dall’Avellino per poi concludere l’esperienza nel nostro Paese con la Cremonese, con cui ha giocato nella stagione 1984-85, la prima in Serie A per i grigiorossi dopo 54 anni di assenza, quella con in panchina un certo Emiliano Mondonico. Si conclude con l’immediata retrocessione nei cadetti. Il “piccoletto” dell’America Latina, in Irpinia, aveva convinto per rendimento e per il suo carattere aperto e solare. Dopo due anni accettò l’esperienza all’Inter, senza però convincere, allora passò all’Ascoli, nel 1983, poi in grigiorosso. Solo col passaggio al Porto, in Portogallo, la parabola non fu più discendente.

INTERVENTO AL CUORE – Nello scorso anno Juary era tornato popolare fra i media italiani per aver annunciato sui social che un intervento al cuore era andato bene: aveva infatti postato una foto in cui, sorridente, era affiancato dal chirurgo che lo aveva operato, ringraziando Dio per l’esito positivo. In Campania aveva lasciato ricordi indelebili, ma in generale l’Italia non lo ha mai dimenticato. Stiamo parlando di uno dei simboli calcistici dei nostri anni ’80, uno che  ha saputo – a modo suo – lasciare il segno.

Auguri al folkloristico Juary, che amava tanto ballare intorno alla bandierina dopo aver segnato un gol!

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Auguri a Simone Pesce, il grande guerriero

Auguri a Simone Pesce, il grande guerriero

Gianluca Vialli, dalla Cremonese al mondo

Gianluca Vialli, dalla Cremonese al mondo