fbpx
Stroppa: «Dobbiamo essere più incisivi, ci prendiamo i fischi»
Stroppa: «Dobbiamo essere più incisivi, ci prendiamo i fischi»

Dopo Cremonese-Sudtirol 0-1, le parole in conferenza del tecnico grigiorosso Stroppa: «Incassato un gol evitabile»

La conferenza stampa di mister Giovanni Stroppa dopo il match tra Cremonese e Sudtirol, terminato 1-0 per gli ospiti.

La maledizione dello Zini prosegue. La squadra ha palesato soprattutto nel primo tempo molta lentezza nella costruzione del gioco. Un aspetto fondamentale.
«C’erano gli spazi, abbiamo iniziato anche bene. La squadra non riusciva ad andare in verticale. Più passava il tempo, più la Cremo pagava il non possesso. Abbiamo perso tanti duelli e contrasti, meglio invece il secondo tempo. Peccato aver preso gol così. Unica situazione del Sudtirol insieme al palo di prima. Bisogna essere più concreti, veloci e incisivi. Dispiace che ancora non si fa risultato come vorremmo tutti, pensavo fosse una questione psicologica».

Cosa si porta a dietro di positivo dopo questa partita? E ha rivisto il gol preso?
«Gol evitabile, così come il palo poco prima. Come sempre quando una squadra segna, quella che subisce fa errori. Eravamo anche in superiorità numerica. Mi porto a casa il secondo tempo e la reazione, dal punto di vista psicologico soprattutto. Mi spiace perché poi non c’è ambiente ostile, è bello vedere come il pubblico ci incita. Ci prendiamo i fischi, qui ancora non abbiamo vinto. Bisogna fare meglio, invito sempre i tifosi a fare come stanno facendo in queste gare perché l’ambiente è eccezionale

Gli episodi fanno la differenza. Resta inspiegabile il gol annullato alla Cremonese.
«Non ho rivisto quel gol, scusate. Non ho parlato ancora coi ragazzi, ho fatto solo i complimenti perché la reazione mi è piaciuta. Ma quella circostanza non l’ho ancora rivista».

Sudtirol pericoloso in ripartenza e ha punito così i grigiorossi.
«Non si finisce mai di imparare in questo senso, è difficile mantenere le distanze quando ci sono queste ripartenze. Abbiamo voluto portare a casa il risultato, è normale che poi gli avversari ne approfittano. Sul gol subito però ripeto che eravamo in superiorità e non doveva accadere

Zanimacchia impiegato nella fascia con piede debole cosa ne pensa? E del cambio di Okereke?
«Per uqanto riguarda Okereke, ho cambiato perché ci mancava un giocatore bravo tra le linee e che facesse uno contro uno. Okereke ha perso parecchi palloni nel palleggio e concedeva dunque ripartenze agli avversari. Per quanto riguarda Zanimacchia, torno a dire che nel primo tempo è stato involuto, mentre nella ripresa ha fatto vedere di che pasta è fatto. A piede invertito può andare al tiro ma anche crossare».

Sfidare il Sudtirol è sempre speciale per lei.
«Affrontare il Sudtirol è un ritorno al passato, ho affetti e amicizie ancora che mi legano al territorio».


Fonte: dai nostri inviati allo Stadio Zini Andrea Ferrari e Nicola Guarneri
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte CUOREGRIGIOROSSO.COM

Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche: