fbpx
Soddimo: «Vi spiego l’esultanza dell’uccellino…»
Soddimo: «Vi spiego l’esultanza dell’uccellino…»

Le parole della seconda punta Soddimo a Dazn dopo il pareggio di Empoli: «La Cremonese c’è, bisogna rimettersi in carreggiata»

È stato il centrocampista offensivo Danilo Soddimo, schierato da seconda punta, a segnare il gol del pareggio della Cremonese contro l’Empoli allo Stadio Castellani. Queste le parole rilasciate ai microfoni di Dazn: «Avevamo preparato bene questo match, sapendo che in palleggio riescono a far male, ma penso che abbiamo confezionato più occasioni da gol noi rispetto a loro – ha detto l’ex Frosinone, al secondo centro in campionato. Quando eravamo in dieci, loro hanno avuto frenesia per cercare il vantaggio, e noi siamo riusciti a creare altre opportunità. Giocando da attaccante riesco a tenermi qualche energia per essere al meglio nel reparto avanzato. Voglio dedicare il gol a Paolo Matìas Terranova, figlio di Emanuele, nato oggi».

ESULTANZA E BARONI – Sull’esultanza mimando il gesto delle ali di un uccellino«Eravamo in albergo e un uccellino si è schiantato sulla finestra, ho cercato di rianimarlo a tutti i costi e ci sono riuscito, poi ho detto a Deli, mio compagno di stanza, che allora avremmo vinto al Castellani con un mio gol, ma alla fine non è stato così perché è arrivato un punto soltanto». Quale scossa ha dato il nuovo allenatore Baroni? «Quando c’è un cambio in panchina la sconfitta è di tutti, Baroni è arrivato con grande umiltà e ha cercato di spronare la squadra per farla rendere al meglio. La Cremonese c’è, il campionato è appena iniziato e dobbiamo cercare di metterci immediatamente in carreggiata».

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: