fbpx
Serie B, il punto alla fine del girone d’andata
Serie B, il punto alla fine del girone d’andata

Il girone d’andata è terminato: ecco l’analisi delle 19 squadre al termine della prima parte di stagione.

La prima parte del campionato è finita. A fine agosto avevamo analizzato le 19 squadre inserendole in una griglia di partenza, ora vengono esaminate dopo il girone d’andata appena conclusosi.

TOP – Brescia e Lecce sono le rivelazioni dopo 18 giornate di campionato. In pochi si aspettavano un inizio del genere da parte delle Rondinelle (decisivo il cambio in panchina) e dei pugliesi, tra l’altro neopromossi dalla C. Bene anche il Palermo (altro allenatore subentrato in modo decisivo) così come il Pescara a lungo capolista e  l’Ascoli di Vivarini, partito per salvarsi e ora quasi in zona playoff.

FLOP – La delusione maggiore è senza dubbio il Crotone. In estate la squadra calabrese era data tra le papabili alla promozione, ma attualmente si trova al penultimo posto, con una squadra irriconoscibile e un cambio d’allenatore che ha peggiorato la situazione. Male anche il Foggia: nonostante gli otto punti di penalità, ci si aspettava di più dai pugliesi. Lo stesso si può dire di Cremonese, Salernitana e Venezia: le tre squadre avevano altri obiettivi ad inizio campionato e, nonostante i cambi i panchina, non sono ancora riuscite a dare una svolta alla loro stagione.

NEOPROMOSSE – Già detto del Lecce, le altre, invece, stanno lottando nella zona calda. Come si sapeva, non sarebbe stato un campionato facile per Livorno, Padova e Cosenza. Delle tre chi sta facendo meglio è la squadra calabrese che ha confermato l’esperto Braglia e che al momento sarebbe salva mentre il Padova ultimo e il Livorno (zona playout) devono assolutamente migliorare.

NEORETROCESSE – Se il Crotone piange, Verona e Benevento non ridono. Le due squadre erano considerate le corazzate del campionato ma nelle prime 18 giornate hanno faticato parecchio. Infatti la Serie B si è confermata un campionato più difficile del previsto ed assolutamente imprevedibile.

LE ALTRE – Per Perugia, Spezia e Cittadella è finora un campionato senza infamia né lode. Le tre squadre, tutte a quota 26 punti, hanno giocato una prima parte di campionato tra alti e bassi, restando nel limbo della classifica. Servirà un girone di ritorno con più determinazione per puntare ai playoff e non essere risucchiate nei bassifondi. Diverso il discorso del Carpi: la squadra emiliana era considerata la Cenerentola del campionato ma, con Castori in panchina, sta lottando in tutti i modi per non retrocedere.

 

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Livorno-Cremonese, la designazione arbitrale

Livorno-Cremonese, la designazione arbitrale