fbpx
Serie B, cade la capolista Verona. Spezia ancora ok al Picco
Serie B, cade la capolista Verona. Spezia ancora ok al Picco

Nelle partite del sabato di Serie B l’Hellas perde a Salerno con gol di Jallow. I liguri in casa le vincono tutte. Pari al Via del Mare e al Penzo

Dopo aver vissuto un emozionante 2-2 allo Scida venerdì sera tra Crotone e Brescia, oggi si sono disputate altre quattro partite della sesta giornata di Serie B. Fa notizia il primo ko della capolista Verona: la squadra di Grosso disputa una partita senza acuti e perde sul campo della Salernitana 1-0. Decide nella ripresa un gol di Jallow con incertezza del portiere gialloblù Silvestri. Nel finale miracoloso dall’altra parte Micai sul colpo a botta sicura di Laribi. La Salernitana vola a 9 punti, l’Hellas – all’Arechi senza Almici e Di Carmine – fermo a 13.

Stessi punti della squadra di Colantuono anche per lo Spezia, che in casa, al Picco, rimonta il Carpi 2-1. Gli emiliani, che dall’arrivo di Castori avevano guadagnato 4 punti in due partite, nel primo tempo erano passati in vantaggio con l’ex Cremonese Mokulu. Nella ripresa prima rete stagionale di Galabinov (che al gol si fa male e viene sostituito), poi il decisivo 2-1 con Giulio Maggiore. Il Carpi rimane a 4 punti. I liguri in casa conoscono solo il sapore della vittoria, infatti tutti i punti sono stati conquistati al Picco.

Pareggio senza esclusione di colpi fra Lecce e Cittadella: 1-1. Partita vivace, ricca di occasioni da gol, ma terminata con un risultato under. Il Lecce veniva da due vittorie di fila (Venezia e Livorno), il Cittadella da due sconfitte consecutive (Spezia e Benevento). Giallorossi avanti dopo pochi minuti con il rigore di Mancosu per fallo di mani di capitan Iori, ma subiscono ancora una volta gol nei minuti finali, questa volta dall’attaccante dei veneti Strizzolo, che di testa ammutolisce il Via del Mare. Cittadella a 10 punti, Lecce a 9.

Stesso risultato al Penzo fra Venezia e Livorno. Partenza sprint dei toscani, che sfruttano la fantasia di Diamanti e al 22′ passano proprio per un rigore calciato alla perfezione dallo stesso trequartista (fallo di Domizzi su Murilo). La partita si mette bene per gli uomini di Lucarelli, ma al 57′ sugli sviluppi di un corner il Venezia pareggia in mischia con Citro. Nel finale assalto degli arancioneroverdi di Vecchi, però il risultato non cambia. Segni di risveglio per il Venezia, ora a 4 punti, e ancora nessun successo per il Livorno (2 punti).

Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche: