fbpx
Serie B, addio Helbiz. Si riducono gli incassi da diritti tv
Serie B, addio Helbiz. Si riducono gli incassi da diritti tv

Con la risoluzione del contratto tra Lega B e Helbiz diminuiscono i ricavi da diritti tv per la stagione 2023-24: danno da sei milioni di Euro

La Lega Serie B dice addio a Helbiz Live. Tramite una nota pubblicata lo scorso 28 giugno sul proprio sito ufficiale, la federazione ha annunciato la risoluzione del contratto con la società americana a causa dell’inadempienza della piattaforma. Ricordiamo che Helbiz, insieme a Dazn e Sky, nel 2021 ha acquisito i diritti tv della Serie B per la categoria streaming e si è occupata della trasmissione del campionato in circa 50 paesi del mondo.

LA SITUAZIONE – Grazie alla cessione in co-esclusiva dei propri diritti per il triennio 2021-24, la Lega B era riuscita ad incrementare dell’85% circa gli introiti annuali (da 25 milioni a 46 circa), ma l’uscita di scena di Helbiz porterà ad un danno di circa sei milioni di Euro nella stagione 2023-24. Sky continuerà a pagare il pacchetto 1 (satellitare) 16 milioni di Euro, mentre si alzerà leggermente il prezzo del pacchetto 2 (streaming) da 10 a 12 milioni di Euro. Quest’anno dunque la Lega B incasserà un totale di 40 milioni + IVA invece dei 46 previsti.


Gli introiti della Lega B provenienti dai diritti tv secondo gli accordi presi nel 2021 (fonte: CalcioFinanza):

  • Pacchetto 1: Sky 16 milioni oltre IVA;
  • Pacchetto 2: Sky 10 milioni oltre IVA;, DAZN 10 milioni oltre IVA, Helbiz 10 milioni oltre IVA

    Totale: 46 milioni di Euro oltre IVA

Gli introiti della Lega B provenienti dai diritti tv dopo la risoluzione dell’accordo con Helbiz (fonte: CalcioFinanza):

  • Pacchetto 1: Sky 16 milioni oltre IVA;
  • Pacchetto 2: Sky 12 milioni oltre IVA;, DAZN 12 milioni oltre IVA.

    Totale: 40 milioni di Euro oltre IVA

Lorenzo Coelli

Redattore e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Serie B, Catanzaro straripante a Modena

Serie B, Catanzaro straripante a Modena