fbpx
Ripresa campionati, le possibili modifiche del mercato
Ripresa campionati, le possibili modifiche del mercato

Stando al Consiglio Federale, i campionati ripartiranno. Ecco dunque le possibili modifiche della sessione estiva del calciomercato

Nel Consiglio Federale di ieri è stato deciso che i campionati professionistici andranno avanti, ma quali modifiche subirà la finestra di calciomercato? Si è parlato anche di quello, rinviando per le votazioni ufficiali ad una nuova seduta. Come spiegato da Gianlucadimarzio.com, l’idea sarebbe aprire le trattative estive in una finestra temporale di un mese, dal 1° settembre al 2 ottobre 2020.  Altrimenti, l’inizio verrebbe anticipato di un paio di settimane, intorno quindi alla data del 21 agosto.

CONTRATTI – Sarebbe un calciomercato di un mese solo in apparenza, perché potrebbe esserci l’opportunità che i club possano stilare contratti preliminari nei tre mesi precedenti (giugno, luglio e agosto). Ricordando però che gli attuali contratti in scadenza a giugno 2020, verranno per forza di cose prorogati, essendo stata posticipata la fine della stagione 2019-20. Servirà trovare dunque un rimedio per gli accordi in essere, non è da escludere la possibilità che i vari casi vengano analizzati uno ad uno.

ACCORDI GIÀ FATTI – Per quanto riguarda invece i giocatori che già hanno trovato un accordo con un’altra squadra, come ad esempio Kulusevski-Juventus o Amrabat-Fiorentina, come spiegato in precedenza dalla Fifa, potranno sì liberarsi dal 30 giugno, senza però scendere in campo fino al 31 agosto, dunque non disputerebbero la parte finale di questa stagione, interrotta a marzo a causa del coronavirus. Per fare in modo che accada il contrario, bisognerebbe trovare un’intesa comune per prolungare i prestiti a tutta l’estate.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, possibile ritorno per Strizzolo

Cremo, possibile ritorno per Strizzolo

Cremonese-Arini, addio a un passo

Cremonese-Arini, addio a un passo