fbpx
Ravanelli: «Cremona la scelta giusta. Arrivo con umiltà»
Ravanelli: «Cremona la scelta giusta. Arrivo con umiltà»

Il nuovo difensore della Cremonese Luca Ravanelli presentato stamattina in conferenza: «Questa è la scelta giusta. Concorrenza? imparerò molto»

Non solo le divise ufficiali questa mattina presso il Centro Sportivo “Giovanni Arvedi” è stato presentato anche il nuovo difensore grigiorosso Luca Ravanelli, classe ’96 arrivato in prestito con diritto di riscatto e controriscatto dal Sassuolo. Anche oggi, come successo ieri con Palombi, a introdurre la conferenza è stato il Direttore Sportivo Nereo Bonato: «Buongiorno a tutti, oggi siamo qui per presentarvi un nuovo acquisto che rimpingua il nostro reparto difensivo. Si tratta di un ragazzo cresciuto tra Parma e Sassuolo che nelle ultime due stagioni ha fatto bene a Padova, segnando anche qualche gol. Stiamo cercando di alzare il livello globale del gruppo  per aumentare l’intensità degli allenamenti».

CONCORRENZA – Davanti a sé il giovane centrale del Sassuolo ha tre tra i migliori difensori del campionato. Nonostante sia consapevole che la concorrenza sarà tanta, Ravanelli vivrà la sua esperienza in grigiorosso con entusiasmo: «Per me il potersi confrontare con loro è uno stimolo in più, mi insegneranno moltissimo. Vengo qui con umiltà e cercherò di dare il mio contributo quando sarò chiamato in causa». La trattativa per portare il 23enne all’ombra del Torrazzo è durata poco: «La Cremonese è una società ambiziosa e sana, quando sono stato contattato ho parlato con Belingheri e Salviato che mi hanno parlato benissimo di Cremona ed è bastata una telefonata. Questo è il percorso giusto per la mia crescita». 

FIUTO DEL GOL – Nelle sue prime due partite di B Ravanelli ha segnato due reti contro Hellas Verona e Venezia. Andare in area avversaria per un difensore è una cosa normale? «Il difensore prima di tutto deve difendere, poi però riuscire ad avere il fiuto del gol è importante. In Serie B si sbloccano tante partite su palla inattiva, quindi è una caratteristica utile».

PADOVA – Palombi è arrivato dopo la promozione in A col Lecce, mentre Ravanelli ha subito la retrocessione del Padova: «La mia stagione in B è stata caratterizzata da due parti: prima e dopo il mio infortunio (frattura del quinto metatarso, ndr). Prima c’era un grande gruppo, invece quando sono tornato l’ambiente non era più così sereno perché si veniva da 5 sconfitte consecutive. Ringrazierò sempre Padova e i ragazzi che ho conosciuto lì, dispiace averla lasciata con la retrocessione».


Fonte: dal nostro inviato al Centro Arvedi Lorenzo Coelli
Ogni replica, anche parziale, necessita della corretta fonte CuoreGrigiorosso.com

 

 

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: