fbpx
Rastelli: «Voglio continuità. Gli infortuni ci diano forza»
Rastelli: «Voglio continuità. Gli infortuni ci diano forza»

Le parole di mister Rastelli alla vigilia del match esterno di La Spezia: «Dal mercato arrivati giocatori con mentalità che piace a me»

Continuità di prestazioni. È questo quello che la Cremonese dovrà cercare di ottenere in Liguria domani, in occasione della delicata sfida tra Spezia e Cremonese, valida per la 22° giornata di Serie B. Mister Rastelli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match con le idee ben chiare e rivelandosi sollevato dalla fine del mercato.

SFIDA PLAYOFF – La partita di domani vede incontrarsi l’undicesima e la nona potenza del campionato, che si trovano rispettivamente a -3 e -1 punto dalla zona playoff, obiettivo stagionale di entrambe le squadre: «Sarà una partita importante e insidiosa tra due squadre che hanno iniziato bene l’anno nuovo – commenta Rastelli -. Per gioco e prestazioni mi aspettavo che gli aquilotti fossero più in alto in classifica, hanno una squadra di qualità che gioca un calcio frizzante, questo dimostra anche che sarà una gara difficile. Allo stesso tempo noi siamo consapevoli della crescita che la nostra squadra sta facendo, dovremo essere bravi a chiudere gli spazi e ripartire».

MERCATO – Ieri sera si è conclusa la sessione di calciomercato invernale, durante la quale la Cremonese ha accolto 6 nuovi giocatori per salutarne 5 (senza considerare l’addio di Paulinho, che ha appena risolto consensualmente il contratto che lo legava ai grigiorossi). Rastelli ha voluto fare un bilancio di quello che è successo a gennaio: «Finalmente il calciomercato è finito, i ragazzi sono stati bravi a rimanere concentrati, adesso possiamo approfondire le nostre mosse. Abbiamo cercato di rimanere lucidi e di ragionare nel miglior modo possibile». Gran parte degli innesti rappresenta giocatori che possono permettere alla Cremo di fare il salto di qualità«Sono stati inseriti giocatori di categoria che hanno sempre giocato e che hanno la mentalità che piace a me. Penso che abbiamo centrato gli obiettivi e che i ragazzi nuovi ci aiuteranno a fare un girone di ritorno diverso da quello d’andata». Per quanto riguarda gli ultimi due acquisti Longo e Mbaye, che si sono allenati solamente tra ieri e mercoledì, il mister ha aggiunto: «Si sono subito integrati e conoscono già i sistemi di gioco, lo spogliatoio è compatto e unito e li ha fatti sentire a proprio agio fin da subito».

FORMAZIONE&INFORTUNI – Se la prestazione di Palermo poteva dare grandi indizi su quella che potrà essere la formazione di domani, il mister rischia di dover rinunciare a PiccoloCastagnetti, Emmers e Carretta. Non saranno sicuramente nella lista dei convocati Castrovilli e Montalto, che necessitano di più tempo per recuperare dagli infortuni occorsi in settimana.  Queste le parole di Rastelli: «Piccolo ha la febbre, vediamo se oggi si allena e se domani sarà il caso di metterlo in campo, là davanti ho lavorato su un paio di alternative per sopperire ad una sua eventuale assenza. Carretta ha avuto un problemino all’adduttore, i problemi non finiscono ma questo deve darci forza, dobbiamo andare oltre alle difficoltà di organico e cercare di fare una grande prestazione».

ATTACCO – Il reparto che si è trasformato di più al termine del mercato è senza dubbio l’attacco, inizialmente composto da Brighenti, Paulinho e Montalto. Con la partenza del capitano e la rescissione del brasiliano, i nuovi terminali offensivi di Rastelli sono Longo, Strizzolo e Montalto (attualmente infortunato), più tutti quei giocatori che il mister napoletano ha affiancato a più riprese ad una punta di peso. Rastelli ha parlato così dei due nuovi giocatori: «Sono arrivati innesti che ci permettono di provare nuove alternative. Strizzolo è il classico attaccante di categoria, per lui Cremona è un salto di qualità dunque vorrà fare di tutto per dimostrarci che abbiamo fatto la scelta giusta a puntare su di lui. Longo ha fatto bene in Spagna, in Serie A ha faticato di più, ma noi puntiamo sulla sua voglia di riscatto». Le soluzioni provate nei mesi precedenti al mercato permettono ora al mister di avere più scelta«Avendo giocato in un ruolo non loro in questi due mesi, alcuni calciatori hanno acquisito un bagaglio d’esperienza che mi permette di sfruttarli in varie situazioni senza farli sfigurare».


Fonte: dai nostri inviati al Centro Arvedi Lorenzo Coelli e Andrea Ferrari
Ogni replica necessita della corretta fonte CuoreGrigiorosso.com

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: