Rastelli: «Vogliamo i playoff per i nostri tifosi»
Rastelli: «Vogliamo i playoff per i nostri tifosi»

Il tecnico della Cremonese Massimo Rastelli ha parlato in conferenza in vista della sfida di Carpi: «Il turnover sarà studiato. Ho bisogno di freschezza»

Una situazione tranquilla, l’entusiasmo dell’ambiente e la possibilità di sognare. Sono queste le basi da cui Massimo Rastelli e la Cremonese partono in vista di Carpi, dove domani affronterà la penultima in classifica di Serie B, che viene però da una bella vittoria a Salerno per 5-2. Rastelli non ha intenzione di farsi sorprendere: «Domani è una partita tosta. Il risultato sarà una conseguenza dell’interpretazione da parte della squadra».

SITUAZIONE INTERNA – Il primo punto su cui Rastelli è intervenuto è stato quello relativo agli acciaccati e ai pochi giorni disponibili per preparare la gara su cui il mister riserva un appunto polemico: «Per quanto riguarda gli infortunati il problema di Croce è più leggero del previsto, ma comunque non sarà convocato. Castrovilli è invece squalificato, mentre gli altri sono tutti a disposizione. È normale che avremmo voluto preparare le partite avendo tutta la settimana a disposizione. Si sarebbe potuto evitare il turno infrasettimanale nel finale quando ogni partita è davvero determinante, ma entro il 2 giugno tutte le competizioni devono necessariamente terminare e le sfide sono state assemblate così».

L’ AVVERSARIO – Trovarsi di fronte la penultima della classe non può abbassare la guardia della Cremonese perché il Carpi è più vivo che mai: «Sappiamo che domani sarà un’autentica battaglia. La vittoria di Salerno ha restituito al Carpi motivazioni e speranze per riacciuffare il treno della salvezza. Per le caratteristiche fisiche e caratteriali di questa squadra dovremo farci trovare pronti alla lotta. Inoltre il Carpi ha avuto un giorno in più per preparare questa sfida avendo giocato sabato. Noi dovremo essere bravi a limitare le loro qualità e mettere in campo le nostre, domani sarà un’ulteriore prova di crescita per noi. Credo che il Carpi lascerà il pallino del gioco a noi, dovremo essere più attenti rispetto all’andata». 

QUALCHE CAMBIO? – Un test che verrà superato solo con l’apporto di tutti gli effettivi della rosa, già molto preziosi durante tutta la stagione in occasione degli infrasettimanali, come sottolinea il tecnico grigiorosso: «Il turnover per la gara di domani sarà studiato. Per forza di cose ci saranno due cambi a centrocampo, data l’assenza di Croce e Castrovilli, ma anche negli altri ruoli ci saranno dei cambiamenti. Domani anche il caldo sarà un fattore e nei ruoli che prevedono un maggior dispendio fisico ho bisogno di gente fresca che mantenga alto il livello di corsa della squadra. Fondamentali saranno anche i cambi dalla panchina per cambiare la partita. Davanti l’opzione con il doppio centravanti (vista con il Foggia nel finale, ndr) è un’opzione solo a partita in corso, ma non dall’inizio».

ENTUSIASMO – E la vittoria nel finale contro il Foggia ha davvero rinvigorito un ambiente già caldissimo, con Rastelli che spiega come far fruttare questa situazione e ci tiene a ringraziare la tifoseria: «Io credo che sia giusto da parte di tutti che ci sia quest’entusiasmo e questa voglia di sognare di raggiungere i playoff. Noi ci proveremo: poi se ci riusciremo avremo fatto una grandissima rincorsa, se non dovessimo riuscirci avremo comunque fatto un finale di stagione importante. C’è davvero poco da gestire, ma solo da continuare a lavorare e a mettere in campo le caratteristiche che ci hanno portato fin qui. Ciò che conta è mantenere la forza mentale, poi il fisico verrà dietro. I tifosi in questo ci possono dare una mano, è stata bellissima la coreografia di sabato e noi vogliamo vedere la nostra gente felice. Lavoriamo per questo».


Fonte: Dal nostro inviato al Centro Arvedi Alessandro Ginelli
Ogni replica, anche parziale, necessita della corretta fonte CuoreGrigiorosso.com

Alessandro Ginelli
Alessandro Ginelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, la situazione della rosa

Cremo, la situazione della rosa