fbpx
Rastelli: «La squadra è viva. Secondo gol regalato»
Rastelli: «La squadra è viva. Secondo gol regalato»

Mister Rastelli dopo la sconfitta di La Spezia: «Li abbiamo messi in difficoltà, peccato aver regalato il secondo gol. La squadra è viva»

La Cremonese perde anche a La Spezia (3-2 il risultato finale) e spreca la possibilità di smuovere la classifica. I grigiorossi sono passati in vantaggio al 27′ con Claiton, ma hanno subito la rimonta dei liguri con i gol di Maggiore, Di Gaudio e Nzola. Nel finale Parigini ha accorciato le distanze con un gran gol, rivelatosi però inutile ai fini del risultato. Al termine della gara ha parlato alla stampa mister Rastelli«La squadra è viva e ha voluto portare a casa il risultato fino alla fine. Peccato aver regalato il secondo gol, eravamo in partita compatti e aggressivi».

RIMPIANTI – La Cremonese subisce la terza sconfitta consecutiva nonostante due gol segnati e l’essersi salvata spesso (lo Spezia ha avuto moltissime occasioni che non è riuscito a concretizzare): «Oggi avremmo almeno meritato un punticino – commenta Rastelli. – Dobbiamo lottare così e metterci in testa che il nostro primo obiettivo è la salvezza. I ragazzi hanno dato tutto e partita dopo partita dobbiamo venirne fuori. Lo Spezia è una squadra in grande forma psicofisica, li abbiamo messi in difficoltà».

FORMAZIONE E CAMBI – Mister Rastelli ha rivoluzionato la formazione iniziale, schierando un 4-3-1-2: «Giocando ogni tre giorni ho cercato di inserire giocatori freschi come Celar, considerato anche che giocavamo con un trequartista. La sofferenza nel corso della gara mi ha fatto cambiare sistema, con Zan (Celar, ndr) che ha fatto benissimo anche l’esterno sacrificandosi molto». Al 70′ il tecnico partenopeo ha tolto Ceravolo per Ravanelli, ma nonostante il passaggio a 3 dietro sono arrivati due gol: «Con Galabinov e Nzola che sono molto fisici la difesa a tre ci avrebbe permesso di arginarli per poi spingere sugli esterni e inserirci con Valzania. Non credo sia stato il cambio a determinare la sconfitta».

LA GARA – Il mister ha poi proseguito analizzando la gara: «Loro venivano da 10 risultati utili consecutivi, ci siamo preparati per non dargli spazio e limitare le loro fonti di gioco. La qualità dello Spezia ci ha messo in difficoltà soprattutto sulle fasce, ci siamo messi a specchio ed è tornato l’equilibrio. Il 2-1 ha cambiato la gara, il 3-1 l’ha chiusa definitivamente, dopo il gol di Parigini mancava pochissimo tempo». Rastelli vede l’atteggiamento giusto nei suoi: «La squadra ha giocato con rabbia e determinazione, dando tutto quello che poteva dare. Piano piano stiamo mettendo dentro gli acquisti di gennaio, giocatori validi che però vengono da un periodo di inattività. Parigini e Crescenzi hanno fatto un’ottima gara, possono darci freschezza e qualità».

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: