fbpx
Rastelli: «Farò qualche cambio. Il Trapani è vivo, guai a sottovalutarlo»
Rastelli: «Farò qualche cambio. Il Trapani è vivo, guai a sottovalutarlo»

La conferenza di Rastelli alla vigilia di Trapani-Cremonese: «Il classico match dove hai tutto da perdere, bisogna prepararlo bene mentalmente»

La Cremonese è chiamata alla continuità in quel di Trapani, domani alle ore 19, contro una squadra ancora relegata in fondo alla classifica di Serie B con zero punti. Ma le prestazioni sono state ottime, ecco perché mister Rastelli, nella conferenza stampa della vigilia, chiede massima concentrazione: «Certe gare insidiose vanno preparate bene sotto l’aspetto mentale – afferma davanti ai giornalisti nella sala stampa del Centro Arvedi -, sono le classiche partite dove hai tutto da perdere e sembra tutto semplice, ma non lo è affatto. Il Trapani è vivo, contro la Salernitana meritava di vincere, noi dovremo essere bravi nell’atteggiamento e nell’approccio, senza sottovalutare l’avversario. L’ambiente sarà caldo perché pensa di aver subìto nelle ingiustizie domenica, vorranno muovere la classifica. Noi non la guarderemo, avremo rispetto e contiamo di migliorarci, passo dopo passo».

TRAPANI ARREMBANTE – Il tecnico si è soffermato ancora sull’avversario, che non solo è fermo a zero punti ma anche ha segnato un solo gol fino a questo momento. «Ogni gara ha una propria vita, questa sarà molto diversa da quella contro il Crotone – ha continuato Rastelli –. Noi dobbiamo azzerare quanto di buono abbiamo fatto sabato, domani sarà tutt’altra cosa e dovremo essere bravi a prenderci una vittoria che molti considerano scontata, ma che in realtà non lo è. Anzi, se vinci si dice che si è fatto metà del dovere…». Manovre avvolgenti, gioco esuberante e intenso, tutti all’attacco per cercare gloria. Se il Trapani disputasse questa partita, com’è stato nello scorso turno, per la Cremonese sarebbe buona cosa, potendo agire in ripartenza? «Dipende come ci affronteranno, hanno una precisa idea di calcio e sono molto propositivi. Dobbiamo sfruttare ciò che ci concederanno di fare, quelle situazioni che possiamo esaltare con le nostre caratteristiche».

CAMBI – È normale che con tre partite in pochi giorni le squadre applichino il cosiddetto turnover. La Cremonese non farà eccezione: «Qualche cambio ci sarà, ci sono giocatori che stanno bene e scalpitano, pronti a dare il proprio contributo – ha detto il tecnico campano -. Così avremo una squadra fresca anche lunedì prossimo nel match contro l’Ascoli». Non si sbilancia però sugli interpreti, com’è solito fare: «Cerchiamo continuamente di migliorare i meccanismi, anche fatti di pochi metri. Dopo la sconfitta di Pisa, pure pesante, ho dovuto fare valutazioni a 360 gradi e ho scelto di avere un centrocampo più equilibrato, con attenzione sia in fase difensiva che in quella propositiva, ma per me non abbiamo perso per questo motivo e non escludo di poter riproporre la stessa linea mediana vista in Toscana domani». Lo stesso discorso vale per l’attacco, poiché alla domanda sul possibile ritorno fra i titolari di Ciofani ha risposto: «Ho quattro attaccanti a disposizione, tutti sono in lizza per comporre il tandem offensivo». Importante che si siano sbloccati: «I gol alimentano gli attaccanti, sono frutto delle prestazioni sontuose che hanno fatto sabato».

IL PUNTO SULLA B – Questo il commento di mister Rastelli sulle prime giornate di campionato: «Succede molto spesso che le neopromosse comincino alla grande, d’altronde hanno entusiasmo per aver vinto il campionato. Per partire così avranno effettuato carichi di lavoro meno pesanti, proprio per avere da subito maggiore brillantezza, per questo bisogna vedere se manterranno questi ritmi, soprattutto Pisa ed Entella. Il campionato è livellato verso l’altro, nessun risultato è scontato e non ho visto alcuna goleada, né partite vinte facilmente. Anche le candidate alla promozione devono sudarsela…».

Non prenderanno parte alla trasferta lo squalificato Piccolo (tornerà con l’Ascoli) e gli infortunati Boultam, Terranova e Gustafson.


Fonte: dal nostro inviato al Centro Sportivo Arvedi Andrea Ferrari
Ogni replica, anche parziale, necessita della corretta fonte CUOREGRIGIOROSSO.COM

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: