fbpx
Rastelli: «Concentrati sulla partita di domani»
Rastelli: «Concentrati sulla partita di domani»

Pescara-Cremonese, le parole di mister Rastelli in vista del match di Pescara. «Formazione? Deciderò all’ultimo, devono essere tutti pronti»

Finalmente si riparte. La Cremonese inizierà ufficialmente il suo 2019 domani sera, in occasione della sfida con il Pescara prevista alle ore 21. La sosta è servita per cambiare l’aspetto della squadra e rinforzarsi, anche se il mercato dovrebbe riservare altre sorprese per i grigiorossi. Mister Rastelli ha esordito così in conferenza: «Sia io che i ragazzi siamo concentrati sulla sfida di domani, la società sta lavorando molto per completare l’organico e non penso sia giusto ora parlare di mercato».

AVVERSARIO – Domani la Cremo dovrà affrontare il Pescara, che attualmente è terzo in classifica e non va per nulla sottovalutato: «Giocano un buon calcio e la loro posizione non è dovuta al caso. Sono partiti in sordina ma hanno un centrocampo di categoria superiore e un attacco veloce e bravissimo nell’uno contro uno». Una vittoria in trasferta, soprattutto contro una squadra del genere, regalerebbe a Rastelli il primo successo fuori casa e darebbe una grande spinta a livello morale: «Non riuscire a fare punti lontano da casa è un mio rammarico, con le mie squadre precedenti ci riuscivo spesso perché sono solito preparare le partite allo stesso modo, che siano in casa o meno. Noi cercheremo di fare il nostro calcio facendo attenzione ai dettagli e rispettando sempre l’avversario».

INFORTUNI – Dal punto di vista degli infortuni, saranno tre le assenze sicure nella lista dei convocati: «Paulinho, Castagnetti e Perrulli non ci saranno, ma avremo con noi  i nuovi acquisti Soddimo, Caracciolo e Rondanini. Montalto si è allenato anche durante la sosta con un nostro preparatore, sta crescendo di giorno in giorno e vogliamo fare con calma per evitare cattive conseguenze». Paulinho sembrava ormai pronto a rientro: «Ha avuto un risentimento, sono 3 giorni che non ha più fastidi e speriamo di averlo con noi per la prossima»Rastelli, che è rimasto molto vago per quanto riguarda la formazione di domani, ha parlato del suo rapporto con i giocatori: «Nessuno ha la certezza di essere titolare, devono essere tutti pronti e deciderò all’ultimo. Solo da ora è la Cremo di Rastelli? No, perché i ragazzi mi hanno sempre mostrato tanta disponibilità e in questi due mesi ho avuto modo di conoscere meglio le loro caratteristiche e adesso dobbiamo continuare a sfruttare al meglio le loro qualità».

DIFESA – La difesa, a differenza dell’attacco, è il reparto grigiorosso più completo. L’arrivo di Caracciolo potrebbe non solo creare un ballottaggio interessante, ma anche suggerire una variabile tattica particolare al tecnico della Cremo: «Sapevamo che sarebbe arrivato un centrale di livello come Terranova, Claiton e Del Fabro. Quest’ultimo è tornato nel suo ruolo naturale, prima l’ho dovuto un po’ sacrificare in quanto lavoravo con lui da terzino vista la mancanza di un vero vice-Mogos. Adesso abbiamo 4 centrali che ci fanno stare tranquilli, all’occorrenza deciderò se giocare a 3 oppure a 4 dietro, in base a situazione e avversario».

SERIE B – Si dice sempre che il girone di ritorno in cadetteria sia un altro campionato (già ieri in Palermo-Salernitana abbiamo visto quanto sia vero tutto questo). Questa l’opinione di Rastelli: «La B ha sempre dimostrato che il ritorno è tutta un’altra storia, molti cambiano radicalmente la squadra. Come successo alla Cremonese lo scorso anno può succedere l’esatto contrario, un filotto di vittorie può far risalire chi era in ritardo e viceversa risucchiare altri nelle profondità della classifica». La concentrazione, nonostante tutto, va esclusivamente alla prossima sfida: «Per me la gara più importante è sempre quella più imminente, noi dobbiamo sempre cercare di ottenere il massimo. Ieri sera abbiamo visto che la B è aperta a qualsiasi tipo di risultato».


Dai nostri inviati al Centro Arvedi Lorenzo Coelli e Andrea Ferrari
Ogni replica necessita della corretta fonte CuoreGrigiorosso.com

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche: