fbpx
Rastelli: «Arrivato il momento di vincere fuori casa»
Rastelli: «Arrivato il momento di vincere fuori casa»

Il tecnico grigiorosso Rastelli in conferenza stampa prima della trasferta insidiosa di Lecce: «Gioca Ravaglia in porta, non ci sono dubbi. Piccolo? Passi da gigante»

Cremonese, il successo fuori casa manca da una vita: più di un anno fa a Foggia fu 3-2 con una strepitosa rimonta firmata Brighenti, Mokulu e Piccolo. Domani si torna in Puglia, con la speranza che il tabù possa finalmente infrangersi. «Attenzione al Lecce, abbiamo massimo rispetto di una squadra che ha vinto il proprio girone di Serie C e con Liverani ha ottenuto grandi risultati; sono propositivi e cercano di giocare ovunque per vincere». Così mister Rastelli ha introdotto la sfida di Lecce in conferenza stampa, elogiando gli avversari ma evidenziando un punto debole: «Con questo loro atteggiamento possono lasciare qualcosa agli avversari, sappiamo dove ci possono impensierire ma anche noi possiamo dare fastidio in determinate zone del campo».

CONDIZIONE«In questa settimana solo Perrulli ha avuto un problema alla coscia e non lo rischiamo, così almeno sarà disponibile per il Crotone. Abbiamo recuperato Arini, gli altri sono in ottima condizione». Mister Rastelli commenta il lavoro settimanale, con la speranza di ritrovare Montalto e Paulinho dalla prossima partita in programma sabato 1° dicembre allo Zini: «I due li avremo a disposizione». Rispetto al Livorno è già un gran passo avanti: «Ho a disposizione tutte le “coppie” di giocatori a centrocampo: gli esperti da una parte, Castagnetti, Greco, Arini e Croce, e la gioventù dall’altra, con Boultam ed Emmers. Ho la possibilità di cambiare un po’, con il Livorno non era stato fattibile».

LECCE – Della squadra di Liverani già si è parlato, ma il nuovo allenatore grigiorosso ha voluto entrare nel dettaglio di ciò che sarà il posticipo di domenica sera: «Sono una giostra del gol, ne hanno realizzati molti. Dovremo impegnarci per fare da argine al loro attacco – prosegue Rastelli nella conferenza stampa della vigilia -. Entrambi gli organici sono esperti e di qualità, maturi dal punto di vista dell’età media ed entrambi propensi a giocare a viso aperto. Da vedere sarà una bella partita, vincerà chi saprà essere più efficace e chi riuscirà a contenere meglio la squadra avversaria».

TABÙ TRASFERTA – Come detto sopra, la vittoria fuori casa per la Cremonese manca da oltre un anno. «È arrivato il momento di ottenere i 3 punti lontano dallo Zini – puntualizza mister Rastelli, che però sottolinea il fatto che non ci debbano essere grosse differenze di atteggiamento rispetto alle gare casalinghe –, ma l’atteggiamento deve essere sempre lo stesso, noi prepariamo le gare allo stesso modo, indipendentemente da chi abbiamo davanti. Stiamo costruendo identità e mentalità ben precise».

FORMAZIONE – «Difficile lasciare fuori qualcuno. La base è quella del match con il Livorno, il resto lo terrò per l’ultimo minuto». Non si sbilancia sull’undici titolare Rastelli, che però lo fa intendere rispondendo alle domande successive dei giornalisti presenti in sala stampa: «Giocherà Ravaglia, è lui che ha preso il posto di Radunovic. Siamo intervenuti sul mercato perché numericamente non potevamo rimanere con un buco nel reparto, era necessario ingaggiare Agazzi e con lui possiamo stare tranquilli sia a livello personale che tecnico fino al termine della stagione». E sul resto: «Piccolo sta facendo passi da gigante per rientrare tra i primi undici, devo capire come meglio utilizzarlo; Boultam ne sto comprendendo le qualità».


Dal nostro inviato Lorenzo Coelli
Ogni replica necessita della corretta fonte CuoreGrigiorosso.com

Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche: