fbpx
Preiti: «Cremo società forte. Sul mercato di gennaio…»
Preiti: «Cremo società forte. Sul mercato di gennaio…»

Antonello Preiti, elemento dell’area scouting grigiorossa, ha parlato della stagione della Cremo fin qui: «Costruita squadra di livello, diamo tempo a Baroni»

Tra i tanti volti nuovi sono arrivati a Cremona nel corso dell’estate, ve ne sono alcuni che sono passati meno osservati di altri. Stiamo parlando di Antonello Preiti, Area Technical Manager che in passato ha lavorato, tra le altre, con Parma, Udinese, Venezia e FK Partizani Tirana. L’amministratore grigiorosso ha parlato ai microfoni di tuttomercatoweb del suo approdo all’ombra del Torrazzo e delle prospettive future alla Cremonese. «Quando Bonato è arrivato a Cremona ad aprile è iniziata l’idea di collaborare. A giugno abbiamo cominciato, creando un pool di lavoro che comprende anche Stefano Fattori e Mirko Fasoni (International scout). Adesso ci occupiamo della gestione giornaliera a 360° gradi della squadra e dello scouting». Le prime parole del manager.

COMPLICAZIONI- Fin qui il campionato della Cremonese è stato ben al di sotto delle aspettative, ma Preiti non fa drammi: «C’è da migliorare? Non secondo il nostro punto di vista. Abbiamo creato una squadra di valore, avevamo aspettative diverse che abbiamo ancora e aspettiamo che esca il reale valore dei ragazzi. Per trovare l’intesa giusta serve tempo, ma è necessaria anche la convinzione che questo gruppo può recitare un ruolo diverso». Questo il suo pensiero sull’esonero di Rastelli: «Abbiamo cercato di dare una scossa. Senza tornare indietro, adesso bisogna dare tempo al nuovo mister di entrare nei meccanismi utili a fare un campionato diverso». 

MERCATO – Il technical manager non scopre le carte quando gli viene chiesto del mercato di gennaio che potrebbero fare i grigiorossi: «Al di là del fatto che è presto, siamo dell’opinione che le potenzialità in rosa ci siano già, visto che in estate abbiamo costruito un organico di valore». A Cremona per Preiti ci sono tutti i mezzi per fare scouting al meglio: «La società è forte e vuole allargare gli orizzonti. C’è una dirigenza nuova e uno staff che gira tra Italia ed estero per trovare profili che possano migliorare il futuro del club».

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Renzetti: «Andiamo all’Olimpico!»

Renzetti: «Andiamo all’Olimpico!»