fbpx
Piccolo: «Il Perugia nella ripresa ci ha schiacciato»
Piccolo: «Il Perugia nella ripresa ci ha schiacciato»

Le parole dell’attaccante Piccolo dopo la sconfitta del Renato Curi: «Bravi a rimettere la gara in parità, poi però non siamo più stati in grado di esprimerci al meglio»

Rammaricato l’attaccante Antonio Piccolo per come si è conclusa questa stagione di Serie B. Il fantasista napoletano ha rimesso le cose in parità alla fine del primo tempo nella partita contro il Perugia, ma al Curi la squadra di mister Nesta ha saputo vincere 3-1, estromettendo definitivamente i grigiorossi dalla lotta per i playoff (ma ad un certo punto anche il pareggio sarebbe stato vano). «Bravi al termine dei primi 45′ a rimontare lo svantaggio iniziale, ma nella ripresa bisogna dire che il Perugia è stato più forte, avendoci schiacciati nella nostra metà campo – ha commentato ai nostri microfoni nella sala stampa del Curi –. Non siamo più stati in grado di fare il nostro gioco e abbiamo perso. Il pari non sarebbe nemmeno più servito, siamo comunque contenti di essere arrivati a giocarcela fino all’ultima partita».

CHE RINCORSA – La sensazione è che, appena arrivata la notizia del gol del pareggio del Cittadella a Palermo, la squadra abbia mollato e subìto immediatamente il 2-1. «Non c’entrava nulla, non dovevamo fare calcoli e non li abbiamo mai fatti. Era una partita da vincere e nient’altro – ha continuato Piccolo, che comunque ha ribadito il fatto che sia stato bello  e non da tutti compiere una rimonta così –. Due mesi fa era impensabile arrivare a giocarci oggi i playoff, complimenti alla squadra e a tutti quanti per questo percorso». Non era da Cremo soffrire così, specialmente in difesa, l’avvio sprint degli avversari: «Ci sono anche gli altri, purtroppo capitano nel calcio episodi così». Sesto gol in campionato, ancora bellissimo, e magra consolazione di essere ancora il miglior bomber stagionale della Cremo: «Purtroppo passa in secondo piano, non vale nulla. Resta solo il fatto di non aver raggiunto l’obiettivo»


Fonte: dai nostri inviati allo Stadio Curi Andrea Ferrari, Nicola Guarneri e Lorenzo Coelli
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte CuoreGrigiorosso.com

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Balata: «Palermo? C’è preoccupazione»

Balata: «Palermo? C’è preoccupazione»