fbpx
Le pagelle – Carnesecchi, parate decisive. Terranova, che fatica
Le pagelle – Carnesecchi, parate decisive. Terranova, che fatica

Le pagelle di Cosenza-Cremonese, terminata 0-1: decide una rete di Strizzolo, Carnesecchi salva il risultato

CARNESECCHI, voto 7
È ancora circondato dall’aura della Nazionale: sembra impossibile fargli gol. Nel primo tempo tiene a galla la Cremo con almeno tre interventi di livello, tutti su Gliozzi. Nella ripresa piazza altre parate importanti, su tutte quella sul colpo di testa di Tiritiello.

FIORDALISO, voto 6.5
Delimita la sua zona di campo entrando duro sul diretto avversario dopo pochi minuti di gioco. Commette qualche errore in fase di possesso, bene invece in fase difensiva: non viene quasi mai saltato, chiude in maniera puntuale quando deve fare la diagonale.

BIANCHETTI, voto 6
Come tutta la difesa va in difficoltà nel leggere i lanci da dietro del Cosenza. Meglio invece nel diretto confronto con l’avversario, esce alto a cercare l’anticipo che trova con puntualità. Nella ripresa è fondamentale sulle palle alte.

TERRANOVA, voto 5.5
Al rientro dopo due mesi abbondanti, dimostra tutti i limiti di chi non ha il ritmo partita. Lascia troppo spazio al diretto avversario, sia in area che fuori. Esce a fine primo tempo, se non altro mette nelle gambe 45 minuti di rodaggio in vista del finale di stagione.

ZORTEA, voto 6
Con Crescenzi non ancora a pronto per giocare dall’inizio gli tocca scalare a sinistra. In fase offensiva si vede solo con una conclusione alta di poco, dietro regge l’urto. Un passaggio in orizzontale in mezzo al campo fa urlare Pecchia (e diversi tifosi sul divano).

BARTOLOMEI, voto 6
Le cose più interessanti le fa vedere in fase offensiva: un bel filtrante per l’inserimento di Valzania, un paio di conclusioni da fuori, il tutto pur non essendo al meglio. Esce dopo un’ora di gioco: pur senza squilli si conferma un giocatore di assoluto valore.

CASTAGNETTI, voto 6.5
Si vede poco in fase di impostazione, anche perché le linee di passaggio sono parecchio intasate. Gran partita invece in fase di copertura, soprattutto quando deve seguire gli inserimenti dei centrocampisti del Cosenza.

GUSTAFSON, voto 6
Partita dai due volti dello svedese che gioca una gara coraggiosa, andandosi a buttare con convinzione nell’area cosentina. Bene in fase di inserimento, maluccio in fase conclusiva: in almeno due occasioni potrebbe concludere meglio. Nella ripresa si fa vedere soprattutto in fase difensiva con alcune chiusure importanti.

VALZANIA, voto 6
Ecco uno a cui lo stop forzato delle Nazionali ha fatto più male che bene. Gli manca freschezza nel breve e lucidità nei momenti chiave, come quando Bartolomei lo manda davanti al portiere. Rischia il patatrac con un passaggio sbagliato nel recupero del primo tempo. Rimedia in parte con il solito lavoro a livello fisico.

STRIZZOLO, voto 6.5
Il primo caldo e una marcatura asfissiante gli rendono la vita complicata. In fase offensiva tocca due palloni e capitalizza al massimo: con il primo manda al tiro Gustafson che spreca incredibilmente, con il secondo sigla il suo sesto gol in campionato. In mezzo il solito gran lavoro sporco per la squadra.

GAETANO, voto 7
Partita di assoluto spessore. Manda in porta Gustafson due volte prima di servire a Strizzolo la palla dell’1-0 con una giocata alla Cassano. Faro offensivo e non solo: da non sottovalutare la sua applicazione in fase difensiva.


 

Sono entrati:

RAVANELLI, voto 6.5
Con il suo ingresso la difesa recupera un minimo di sicurezza. Si presenta con un doppio intervento su Carretta, a cui paga molto a livello di velocità, poi piazza altre chiusure di livello.

BAEZ, voto 5.5
Mezz’ora abbondante contro la sua ex-squadra: si piazza sulla destra e gioca soprattutto di rimessa. Manda in porta Nardi con una precisa verticalizzazione, mezzo voto in meno per l’incredibile gol sbagliato al 90′.

CIOFANI, voto 6
Entra per dare il cambio a Strizzolo. Trova il modo di incidere concludendo due volte a rete, di piede e di testa. Aiuta la squadra nel finale.

NARDI, voto 5.5
Nemmeno il tempo di entrare e si trova sui piedi la palla del possibile 2-0. Porta energie fresche in mezzo al campo, in fase di possesso però perde troppi palloni elementari, su uno di questi la Cremo rischia di subire il gol del pareggio.

BUONAIUTO, sv.


 

L’allenatore:

PECCHIA, voto 6
Per una volta vince ma non convince. Lascia in panchina molti titolari per la decisiva sfida salvezza. Alcune scelte ripagano (vedi Strizzolo) altre un po’ meno (Terranova, sostituito all’intervallo). Se arrivano tre punti fondamentali deve ringraziare gli interventi di Carnesecchi e i legni.

Nicola Guarneri
Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche:

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole